AtletiNewsTornei Internazionali

SONEGO SUBITO KO A INDIAN WELLS. QUESTA SERA C’E’ FOGNINI

Sonego “saliscendi”, è ormai una caratteristica del giocatore torinese. Dopo la bella prova di Dubai (quarti battendo Auger Aliassime e toccando apici importanti in quanto a rendimento) l’allievo di Gipo Arbino è tornato indietro e si è fatto sorprendere per la terza volta in carriera in altrettanti confronti dall’australiano Jason Kubler, 29enne numero 75 del mondo che a causa degli infortuni assortiti e delle tante operazioni subite si era anche calato nella parte di maestro di tennis per un po’ di tempo. Ieri, nel turno d’esordio del Masters 1000 di Indian Wells, ha superato il nostro per 6-4 7-6 (4) grazie ad una prestazione ordinata ma nulla più. E’ stato Lorenzo che ha giocato senza acuti e non è riuscito a dare la svolta al match. Nel primo set una sola palla break sfruttata dal tennista aussie ha fatto la differenza. Nel secondo Sonego non ha convertito l’unica palla avuta per fare corsa di testa e rimettere le cose a posto e nel tie-break ha affossato in rete una volèe che ha permesso al suo rivale di chiudere i conti alla soglia delle due ore di gioco. Questa sera, nella seconda giornata e attorno alle 22, scenderà in campo Fabio Fognini opposto all’americano Ben Shelton, match non facile per l’azzurro vista la crescita del rivale che ha avuto tutta la sua conferma nel primo Slam di stagione (quarti di finale).
Intanto nella prima giornata si è subito spento il francese Gael Monfils, tornato a competere dopo lunga assenza. Nulla da fare per lui, al primo match da padre, contro l’australiano Jordan Thompson (6-3 6-1). Il derby stelle e strisce tra Nakashima e Isner è andato al primo, con lo score di 7-6 6-3. Quello tra Giron e Kovacevic, wild card, ha visto salire al 2° turno il più esperto Marcos, al termine di due set comunque lottati. Nel derby argentino tra Diego Schwartzman e Federico Coria si è imposdto il primo che ha colto un successo “scacciacrisi” dopo un periodo a dir poco agonisticamente difficile. Il piccolo Diego ha risolto la pratica con un netto 6-1 6-2. Tra gli altri promossi di 1° turno c’è anche il ceco Lehecka che ha dovuto lottare e non poco per avere la meglio sul francese Rinderknech (7-6 7-5). A segno anche Tabilo, cileno che arrivava dalle qualificazioni, Humbert (Fra), il bielorusso Ivashka, l’argentino Pedro Cachin e il cinese Wu. Bene anche il giapponese Daniel, il tedesco Otte e il finlandese Ruusuvuori. Anche Garin è salijuto allo step successivo del primo Masters 1000 dell’anno battendo Eli Galan.

di redazione