AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER SALE PER LA PRIMA VOLTA NEI QUARTI A INDIAN WELLS E SI REGALA FRITZ

Jannik Sinner non ha fatto sconti a Stan Wawrinka, giocatore che conosce molto bene e con il quale spesso si allena, battendolo 6-1 6-4 negli ottavi di finale del Masters 1000 di Indian Wells. Per l’azzurro primi quarti raggiunti nel torneo californiano e con la conferma di una gran solidità di gioco. Lo score non dice a sufficienza dell’equilibrio in campo e dei rischi corsi da Sinner nel secondo set quando lo svizzero si è portato avanti 2-0 con un break e 40-15. Non ha sferrato il colpo del ko e l’azzurro è risalito, piano piano, punto dopo punto, riprendendo il comando delle operazioni e chiudendo la contesa in proprio favore portando il bilancio stagionale a 15 vittorie e tre sconfitte: “Oggi il punteggio è bugiardo – ha ammesso l’altoatesino dopo la partita -. Penso che entrambi abbiamo giocato molto bene, ci sono stati molti scambi lunghi, lui mi è sempre stato molto vicino”. Sinner, che ha salvato otto palle break su nove, ha ammesso di essere stato anche un po’ fortunato sul 4-3 nel secondo set, nel game in cui ha salvato due chances per il possibile controbreak. “Stan ha sbagliato la risposta di pochissimo – ha detto -. Oggi è stata davvero una partita molto difficile, sono felice di essere ancora in corsa”.
Troverà il campione uscente Taylor Fritz nei quarti, che ha fermato senza particolari affanni Marton Fucsovics, dopo una partenza nella quale sembrava che il magiaro potesse tenergli testa. Match chiuso dall’americano numero 5 del mondo per 6-4 6-3. Si sono affrontati una volta sola, proprio a Indian Wells. Vinse Fritz nel primo dei tre ottavi di finale consecutivi dell’azzurro in questo torneo. Per andare in semifinale, gli servirà dunque la seconda vittoria consecutiva, la terza in carriera, contro un Top 5 (2-16 il bilancio attuale): “Ogni partita è differente – ha detto Sinner -. Con Adrian ho fatto fatica con il rovescio. Lui gioca molto piatto, Stan invece gioca un po’ più alto e sono riuscito ad andare meglio attraverso la palla. Penso di poter migliorare un paio di cose. Oggi per esempio non ho servito bene. Domani farò un paio di sessioni di allenamento, e spero di arrivare pronto dopodomani”.

di redazione