AtletiNewsTornei Internazionali

ALCARAZ PARTE FORTE, POI RALLENTA MA BATTE LAJOVIC MIAMI. OGGI SONEGO – TIAFOE

E’ partito come un treno in folle corsa, senza ostacoli, Carlos Alcaraz nel suo secondo match a Miami, opposto al serbo Dusan Lajovic, giocator esperto e dal buon braccio. In poco più di 30 minuti gli ha rifilato un sonoro 6-0 figlio di una completezza di colpi degna del numero 1 del mondo. Tutto facile per l’iberico e tutto complicato per il suo avversario. Lajovic ha però reagito e Carlos ha iniziato a commettere qualche errore gratuito. La partita è diventata tale e Lajovic è rimasto in scia, pur con un break sul “groppone” da recuperare. L’ha fatto quando non lo si pensava più possibile, nel decimo gioco, complici due sbagli da “giovanetto” di Alcfaraz. Così la partita si è trascinata al tie-break. Qui Alcaraz ha alzato il livello, si è portato a quattro match point sul 6-2, ne ha sprecati tre ma nell’ultimo è andato a segno salendo allo step successivo.
Ci ha provato Diego Schwartzman, ex n° 8 del mondo, a mettere in difficoltà nel 3° turno del Masters 1000 di Miami l’astro nascente Holger Rune, n° 7 del seeding, ma dopo un primo set giocato quasi alla pari nel secondo è nettamente calato cedendo il passo al vincitore di Parigi Bercy 2022. In materia di argentini è tornata in questi giorni alla ribalta l’ipotesi di un rientro in campo, per i prossimi US Open, di Del Potro. Tutto dipenderà dalla risposta agli allenamenti della “gamba” malata, come affermato dal “gigante di Tandil” a Fox News Argentina. Acuti americani a nome Tommy Paul e Taylor Fritz. Il primo ha piegato il tennis solido dello spagnolo Davidovich Fokina, il secondo quello eclettico ma troppo discontinuo del canadese Denis Shapovalov. Fritz solido e concreto, “Shapo” eterno incompiuto. Prova d’autore quella di Andrey Rublev che ha concesso pochissimo al serbo Kecmanovic rispedito al mittente in meno di un’ora di gioco.
Nulla da fare invece per Casper Ruud, norvegese che ha iniziato l’anno con un passo meno spedito rispetto a quello con il quale aveva concluso il 2022. Casper ha ceduto in tre set al potente Van de Zandschulp (3-6 6-4 6-4). Bene invece il finlandese Ruusuvuori, a segno contro Taro Daniel. Oggi tornerà in gara Lorenzo Sonego, opposto a Big Tiafoe, nel quarto match dalle 18 ora italiana.

di redazione