AtletiNews

NELLA CLASSIFICA WTA SALE NURIA BRANCACCIO

Una sola variazione di rilievo tra le prime dieci tenniste italiane nella classifica mondiale femminile pubblicata stamane dalla WTA dopo la conclusione del “500” di Charleston e del 250 di Bogotà. Davanti a tutte c’è sempre Martina Trevisan che conferma il “best ranking”: la 29enne mancina di Firenze, è stabile al numero 20, ottava azzurra nell’Era Open a tagliare questo traguardo. Prima di lei ci erano riuscite Schiavone (n.4), Errani (n.5), Pennetta (n.6), Vinci (n.7), Farina (n.11), Reggi (n.13) e Cecchini (n.15). Alle spalle della tennista toscana stabile anche Camila Giorgi, numero 43, mentre perde sei posizioni Elisabetta Cocciaretto: la 22enne di Fermo scende questa settimana al n.51. Un passo avanti, invece, per Jasmine Paolini, che risale al numero 66: stabile Lucia Bronzetti, numero 79. Scivola indietro di sette posti Sara Errani: la 35enne di Massa Lombarda, ritrovata la top cento ad inizio marzo dopo quattro anni e quattro mesi, va ad accomodarsi sulla poltrona numero 85. Sette le posizioni perse anche da Lucrezia Stefanini, che scende al numero 126, mentre la “scalatrice” della settimana è Nuria Brancaccio: la 22enne di Torre del Greco, grazie ai primi quarti WTA in carriera, raggiunti nella “Copa Colsanitas” di Bogotà partendo dalle qualificazioni, fa un balzo di 36 posizioni, salendo al numero 170, nuovo primato personale. Cinque passi indietro per Camilla Rosatello, numero 255, e tre per Matilde Paoletti, ora numero 301.

LA TOP TEN
Charleston e Bogotà hanno lasciato sostanzialmente immutata l’élite mondiale ad esclusione di uno scambio di poltrona tra Jabeur e Garcia. A guidare la top ten del ranking è sempre la polacca Iga Swiatek: la 21enne di Varsavia mantiene 2.030 punti il vantaggio sulla regina di Melbourne, la bielorussa Aryna Sabalenka, che ribadisce il primato personale. Conferma il “best ranking” anche la statunitense Jessica Pegula, stabile sul terzo gradino del podio mondiale davanti alla tunisina Ons Jabeur, quartache grazie al trionfo a Charleston scavalca la francese Caroline Garcia, quinta. Sesta l’altra statunitense Coco Gauff davanti alla kazaka Elena Rybakina, settimache precede la russa Daria Kasatkina, ottava, e la greca Maria Sakkari, nona, anche lei stabile rispetto a sette giorni fa. A chiudere l’élite mondiale, al decimo posto, c’è sempre la ceca Petra Kvitova: la 33enne mancina di Bilovec era rientrata nell’élite mondiale (all’indomani della vittoria a Miami) dopo oltre un anno e mezzo, lei che vanta un primato personale di numero 2 siglato il 31 ottobre del 2011.

di redazione e sito www.federtennis.it