AtletiNewsTornei Internazionali

JAN LENNARD STRUFF FA LA STORIA. PRIMA FINALE 1000 DA LUCKY LOSER. OGGI LA FINALE DONNE

Nel Masters 1000 di Madrid, che domani metterà in campo la finale, si è scritto ieri nel match che ha chiuso il programma di giornata, un pezzo di storia. Per la prima volta a livello di rassegne di questo livello è arrivato al match decisivo un lucky loser, al secolo il 33enne tedesco Jann Lennard Struff, che in primo turno avveva battuto l’azzurro Lorenzo Sonego facendo intendere il suo stato di forma. Realtà confermata popi nei successi incontrio disputati nella “Caja Magica” e ribadita in semifinale contro il russo Aslan Karatsev, che era partito meglio vincendo la prima sezione 6-4. Poi Struff ha migliorato la risposta, rinvigorito ulteriormente il servizio e ha iniziato a spostarsi sempre meglio sul terreno di gioco. Risultato, ha cambiato il corso della sfida aggiudicandosi il secondo e terzo set per 6-3 6-4 e prendendosi la rivincita dfella sconfitta patita per mano del rivale nel turno decisivo delle qualificazioni e nello stesso torneo (anche in questo caso fatto inedito): “E’ fantastico – ha detto alla fine il tedesco – perchè domenica giochewrà una finale davanti ad un pubblico vociantye. Ne avevo raggiunta unica a Monaco nel 2021 ma non c’era pubblico a caqusa della pandemia”. Per lui, contro Karatsev un’altra marea di colpi vincenti (37) e tre break che hanno fatto nel complesso la differenza. Nella classifica live Struff è ora numero 28, un posto in più del suo best ranking ormai datato. Per la gloria assoluta lo attende il campione spagnolo Carlos Alcaraz. Sfida godibile e tutta da vedere, almeno sulla carta: “Abbiamo giocato un match incredibile lo scorso anno a Wimbledon ma qui sarà diverso – ha detto Struff – sulla terra e davantiu al suo pubblico. Cercherò di dare il massimo per vincere il mio ptimo titolo ATP”.
Intanto oggi sfida per il titolo tra le donne. Da una parte Iga Swiatek, dall’altra Aryna Sabalenka, le prime due del mondo.

di redazione