AtletiNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

LAVAGNO NEI QUARTI A TORINO, NELLA SUA CITTA’. AVANTI ANCHE COBOLLI E GAIO

Edoardo Lavagno ha centrato il risultato più importante dell’ancora sua giovane carriera nella città in cui è nato e cresciuto. Dopo il successo di 1° turno nel Challenger 175 in corso al Circolo della Stampa Sporting oggi l’allievo di coach Laurent Bondaz ai Ronchiverdi ha bissato superando 6-4 6-1 (con match interrotto sul 4-1 15-15 del secondo set per pioggia) l’ex numero 76 del mondo, Salvatore Caruso. Dopo una partenza lenta (0-2) Lavagno ha preso in mano le redini del gioco, sotto una pioggia sempre più battente e colpito la palla sempre più forte e in modo sempre più arrotato, incurante delle condizioni di gioco al limite del praticabile. Caruso, un po’ affaticato dal match d’esordio, è rimasto in scia nella prima frazione fino al 4-5 ma ha perso il servizio nel decimo gioco. Nella seconda frazione Lavagno non ha ridotto i ritmi e il tennista di Avola ha patito la sua costanza di rendimento. Domani Lavagno sfiderà il tedesco Koepfer, uscito vittorioso dalla battaglia di 1° turno con il peruviano Varillas, alla soglia di tre ore di gioco. Per il torinese, intanto, un nuovo best ranking e l’ingresso nei top 300 per la prima volta (un’altra in stagione).
Partita più lunga e difficile quella giocata e vinta dal romano Flavio Cobolli ai danni del sanremese Gianluca Mager. Cobolli ha staccato il biglietto per i quarti di finale solo al tie-break del set decisivo, sullo score di 7 punti a 5 e dopo aver recuperato dall’1-4 nella stessa terza frazione. In apertura di sfida aveva perso il primo set al 12° gioco, dopo una sosta per un piccolo infortunio alla caviglia di Mager che aveva richiesto l’applicazione di un bendaggio funzionale sul 4-3 per il ligure. Sull’1-0 con break per Cobolli nel secondo set era stata la pioiggia ad obbligare ad una più lunga interruzione. Cobolli aveva proseguito il momento di buona ispirazione chiudendo la frazione 6-2. Nel terzo set iniziale vantaggio di Mager, poi il recupero del romano e la vittoria che oggi lo porterà a confrontarsi con il colombiano Galan: “Sto lavorando bene fuori dal campo – ha detto il figlio d’arte al termine – e i risultati si vedono. Sono in un buon momento come già dimostrato a Roma e in fiducia”. A segno ieri sera anche Federico Gaio sul centrale e contro lò’argentino Carabelli. Bravo il faentino a ripartire nel terzo parziale, dopo aver vinto agilmente il primo (6-1) e subito la reazione del sudamericano nel secondo. Nel terzo Carabelli si è ritirato sul 2-5.
Quasi alle 23 di ieri sera sono scesi in campo altri due argentini, Collarini e Juan Manuel Cerundolo e un po’ a sorpresa è stato il primo ad imporsi, per 7-5 6-4. Sarà lui oggi l’avversario di Gaio per un posto in semifinale.

Risultati: ottavi di finale
Lavagno (Ita) b. Caruso (Ita) 6-4 6-1; Koepfer (Ger) b. Varillas (Per) 6-4 5-7 7-5; Galan (Col) b. Napolitano (Ita) 6-2 6-1; Cobolli (Ita) b. Mager (Ita) 5-7 6-2 7-6 (5); Baez (Arg) b. Bonadio (Ita) 6-4 6-2; Collarini (Arg) b. Juan Manuel Cerundolo (arg) 7-5 6-4; Gaio (Ita) b. Carabelli (Arg) 6-1 5-7 5-2 rit.

Biglietteria
Sessione diurna Campo Centrale cat. 1: costo 62 euro; sessione diurna Campo Centrale cat. 2: costo 42 euro;
Sessione serale Campo Centrale cat. 1: costo 52 euro; sessione serale Campo Centrale cat. 2: costo 37 euro; riduzioni per tesserati FITP e Under.
Programma
Campo centrale dalle 11 Lavagno – Koepfer; Cobolli – Galan; Baez – Seyboth Wild; Collarini – Gaio

di redazione (foto Francesco Panunzio)