AtletiNewsTornei Internazionali

MUSETTI HA BATTUTO YMER E PURE IL MAL DI STOMACO

La prima giornata del Roland Garros 2023 si è chiusa con le lacrime e la dedica speciale di Sara Errani. “Stanotte è morta mia nonna – ha spiegato l’ex finalista di questo torneo in conferenza stampa – , mi sono svegliata con questa notizia. E’ stata una giornata complicata però sono riuscita comunque ad entrare in campo, ho lottato, sono rimasta attaccata alla partita e alla fine non so neanche io come ma ce l’ho fatta”. Una partita difficile nella giornata più complicata dal punto di vista emotivo: “Era la mia prima tifosa – racconta – guardava tutte le mie partite… ovviamente questa vittoria è per lei. E’ difficile essere lontana da casa quando succedono queste cose, lontana da mia mamma in questo momento”.  
Dopo oltre 15 anni di professionismo, seppur in una situazione così complicata, la Errani ha dimostrato una volta di più il suo amore per questo sport: “Io ci metto sempre la stessa voglia, per me giocare un 60mila o il primo turno di uno Slam sono la stessa cosa. Ci metto sempre e comunque il cuore e tutta la voglia che ho. Ho ottenuto la soddisfazione che cercavo quando sono rientrata nelle top 100… ero lì lì da tempo ed esserci riuscita dopo 4 anni mi ha tolto un peso. Era diventata una mia sfida personale… ora sono più tranquilla. Sono cosciente di essere agli sgoccioli della mia carriera ma amo il tennis, mi piace lottare, mi piace giocare… e provo a farlo con tutte le mie forze”.   
Accreditato della testa di serie numero 17, Lorenzo affronta questa sua terza partecipazione allo Slam francese con un piglio diverso: “Il primo slam non è andato come speravo – spiega- . Poi ho attraversato un periodo difficile. Ora invece vengo da un momento molto positivo, specialmente sulla terra. Mi sento pronto per riprendere i passi di due anni fa. Il tabellone non è facile ma se si vuole arrivare in fondo bisogna essere pronti a battere chiunque”. 

dal sito www.supertennis.tv