AtletiNewsTornei Internazionali

MEDVEDEV SUBITO OUT AL ROLAND GARROS

Parigi parte con il botto e con l’eliminazione al primo turno del campione degli Internazionali d’Italia Daniil Medvedev, superato in cinque drammatici set dal qualificato Thiago Seyboth Wild: 76 67 26 63 64 lo score che promuove il brasiliano al secondo turno dopo 4 ore e 15 minuti di battaglia.
“Seguo Daniil  – ha raccontato Thiago – fin da quando ero junior. Giocare su questo campo contro di lui e batterlo è un sogno che si avvera. Quando sono entrato in campo ho pensato che sarei dovuto andare a rete ogni punto e che avrei provato con il mio dritto a resistere al suo dritto. Credo che alla fine questa tattica abbia funzionato bene”.
Il numero 172 del mondo ha messo a segno 69 vincenti e più che altro è riuscito a restare in partita nonostante i due set point mancati nel tie-break del secondo set che Medvedev è riuscito a vincere per 8 punti a 6. La rinascita di Thiago è avvenuta a inizio di quarto set sorprendendo il russo apparso un po’ svuotato e stanco.
Per Seyboth è la prima vittoria in un tabellone principale di uno Slam e riuscire a battere il numero 2 del mondo all’esordio Slam non ha eguali nella storia del tennis Open. L’unica altra apparizione in uno Slam risaliva all’US Open 2020 quando fu superato al primo turno dal britannico Daniel Evans per 62 61 76.
“E’ stata una partita durissima – ha continuato Seyboth – e già dal secondo set ho iniziato ad avere i crampi. Ma ho soltanto pensato a giocare e a fare del mio meglio e alla fine ha funzionato. Sono davvero felice”. A Medvedev è mancato il servizio dei giorni migliori: 14 ace, 15 doppi falli, appena il 67% dei punti vinti con la prima e 19 palle break offerte al rivale. Seyboth ha retto alla grande sulla diagonale del dritto, ma soprattutto ha variato in continuazione tattica chiudendo l’incontro con 55 discese a rete culminate da 38 punti.
Al secondo turno il brasiliano attende il vincente tra la sfida il francese Quentin Halys e l’argentino Guido Pella. Senza più Medvedev, rimangono in corsa per la prima posizione mondiale Alcaraz, Djokovic e Tsitsipas.

dal sito www.supertennis.tv