AtletiNewsTornei Internazionali

ELISABETTA COCCIARETTO E LE MAGIE DI PARIGI

La sua treccia oscilla felice da un angolo all’altro del campo numero 9 del Roland Garros. E’ una bella giornata di sole a Parigi, la giornata che aggiorna il curriculum di Elisabetta Cocciaretto con la prima apparizione della carriera in un terzo turno Slam. Dopo la memorabile emozione con Petra Kvitova, oggi se possibile la prova più impegnativa contro una ragazza di classifica e blasone decisamente inferiori: “Oggi è stata una partita molto difficile dal punto di vista mentale – spiega in conferenza stampa dopo il successo in due set su Simona Waltert -; non mi ero mai sentita così tesa e così rigida… non so neanche dove mi trovo adesso! Conoscevo la mia avversaria, ha un bel tennis e poi veniva dalle qualificazioni… ho cercato di mantenere la calma, pensare al mio gioco e a lottare punto su punto. Ero molto tesa, non dico assente ma sicuramente questa partita l’ho sentita. Però sono riuscita a gestirla, ho provato a metterla in difficoltà in tutti i modi anche se non stavo giocando un gran tennis. E’ una bella soddisfazione, del tutto inaspettata”. L’avversaria, la tensione e…. un fastidioso tape al ginocchio; oggi Elisabetta ha avuto molti ‘nemici’ sul campo: “Avevo un po’ di fastidio al ginocchio – spiega – ma se mettevo il tape ci pensavo troppo, mentalmente era come se mi facesse più male. Dopo averci litigato un po’ l’ho tolto e via!”.  Al termine di questo suo Roland Garros pieno di cose belle e inattese, Elisabetta aggiungerà anche il best ranking: “Potrei essere numero 1 d’Italia a fine torneo? Non so, non ci ho mai pensato – ammette – , sarebbe un bel prestigio ovviamente. Una classifica importante aiuterebbe in termini di programmazione, quando sali nel ranking poi puoi programmare la stagione molto meglio”. 

dal sito www.supertennis.tv