AtletiNewsRegioniTornei InternazionaliUmbria

A PERUGIA MOTORI GIA’ CALDI

Le qualificazioni hanno sancito l’inizio dell’8ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup. Già durante i primi match sono stati tantissimi gli appassionati che hanno popolato il Tennis Club Perugia, sede del torneo ATP Challenger 125 che culminerà con la finale di domenica 18 giugno. Alla vigilia dell’inizio del tabellone principale quasi tutti i protagonisti sono arrivati nel capoluogo umbro. Ha già svolto i primi allenamenti Giulio Zeppieri, reduce dal secondo turno al Roland Garros. Tra gli azzurri pronti a disputare la manifestazione organizzata da MEF Tennis Events c’è anche Federico Gaio, per l’occasione accompagnato da Raffaella Reggi. Il nome dell’ex numero 13 del mondo è molto legato al Tennis Club Perugia, dove  torna per la prima volta dal successo ai Campionati Assoluti del 1984. 
Zeppieri prepara il derby contro Arnaldi – Tre successi nelle qualificazioni, una vittoria in cinque set contro Bublik e quattro set alla pari contro Casper Ruud. Questo il riassunto dell’ottimo Roland Garros di Giulio Zeppieri, che si prepara a giocare il Challenger di Perugia con ottime prospettive: “Sicuramente ho preso fiducia e ho fatto una grande esperienza. In main draw ho giocato due partite intense e sono contento di come ho gestito i momenti importanti. Soprattutto contro Bublik sono stato bravo e non era facile perché lui non ti dà ritmo. Detto questo adesso penso già a Perugia, voglio fare il massimo”. Per il tennista di Latina l’esordio non sarà dei più facili, al primo turno infatti ci sarà l’affascinante derby contro Matteo Arnaldi: “Sarà una partita difficile, ma darò il massimo. Matteo sta giocando un buon tennis, è reduce da una finale e so già che sarà un match duro”. La sfida si giocherà nella giornata di martedì 12 giugno, mentre nella giornata di lunedì si giocherà un altro derby, quello tra Matteo Gigante ed Alessandro Giannessi. Nella prima giornata di qualificazioni invece si è distinto Stefano Travaglia. L’ex 60 ATP si è imposto in 2 ore e 30 minuti su Kenny De Schepper con lo score di 6-7(5) 6-4 6-3. Vittoria anche per il suo compagno di allenamento Alexander Weis, autore di un 6-1 6-4 su Giovanni Oradini.

DA UFFICIO STAMPA TORNEO