AtletiNewsRegioniTornei InternazionaliVeneto

ERRANI E VINCI SULL’ERBA DI GAIBA

Insieme, Sara Errani e Roberta Vinci hanno vinto tantissimo: tutti i tornei del Grande Slam in doppio, più una lunga serie di altri titoli che hanno permesso a entrambe di conquistare il numero 1 del ranking mondiale di specialità e vivere anni d’oro. Poi, le due hanno preso strade diverse e per lungo tempo non si sono più viste insieme nei tornei, fino a quando domenica – a sorpresa – si sono presentate in coppia al Tennis Club Gaiba. La romagnola è la seconda testa di serie e finalista uscente del Veneto Open promoted by Confindustria Veneto Est, mentre la tarantina – che nel frattempo si è ritirata, dedicandosi al padel – la accompagna nel Polesine nel ruolo di coach. Domenica le due, insieme a Irina Bara, sono state le prime a testare l’erba del Centrale: prima Sara ha giocato una mezz’ora con la collega rumena, poi ha scambiato a lungo con l’ex compagna di doppio, proponendo uno show dal sapore di vecchi tempi. Sia per il tennis espresso, dall’una come dall’altra (la Vinci col rovescio slice incanta ancora a cinque anni dall’addio al tennis “pro”), sia per l’intrattenimento offerto ai presenti con battute e siparietti. “Sara questa settimana era da sola – ha detto la pugliese, ex n.7 del mondo – così ne ho approfittato per accompagnarla. Spero di poterle dare il mio contributo. Mi fa piacere tornare a colpire qualche palla sui campi da tennis: l’amore per questo sport rimarrà sempre. Gaiba? Trovare l’erba in Italia è particolare, quasi strano. Il Centrale è molto bello: ho saputo che lo scorso anno c’è stata qualche difficoltà coi campi, ma vedo che è stato fatto un grande lavoro e sono migliorati tantissimo”.
Sara Errani farà il suo esordio nel WTA 125 di Gaiba martedì, contro la britannica Katie Swan, ma nell’evento diretto da Elia Arbustini ci sarà già tanto tennis di qualità nella giornata inaugurale. Si parte alle 13, con subito in campo una delle favorite della vigilia: si tratta della serba Olga Danilovic, numero 4 del seeding, opposta all’italiana Alessandra Teodosescu. In seguito toccherà all’altra wild card azzurra Lisa Pigato saggiare le ambizioni di rinascita di Ana Konjuh, croata con alle spalle un passato da top-20 ma anche una lunghissima lista di infortuni, mentre a chiudere il programma del Centrale (non prima delle 18) sarà il big match fra la statunitense Sofia Kenin, ex campionessa Slam, e la slovena Tamara Zidansek. Sul Campo 1, sempre dalle 13, le sfide Han-Yuan e Rosatello-Jang.

da ufficio stampa torneo