AtletiNewsTornei Internazionali

A WASHINGTON AVANZA MURRAY. CONTINUA LA CORSA MONFILS

A Washington avanza con decisione anche un frizzante Andy Murray. Il 36enne scozzese ha battuto per 76 64 il campione delle Next Gen Finals Brandon Nakashima, il quale proprio oggi compie 22 anni. Il tre volte campione Slam ha prodotto un tennis spumeggiante, solido da fondo campo e vario con tante palle corte e una buona dose di discese a rete per spezzare il ritmo all’americano. L’unico momento delicato è coinciso con l’inizio del tie-break del primo set che Murray ha conquistato con 5 punti di fila dopo essere stato sotto 2-5. “Penso di aver giocato – ha raccontato Murray – bene, ho colpito la palla bene per tutta la durata della partita. Ho faticato un po’ in risposta perché Brandon serve bene e ha una seconda molto robusta. Ma sono contento per la reazione che ho avuto nel corso del tie-break e per la quantità di palle che ho recuperato”.
Dopo aver vinto a fatica il primo set, Murray ha iniziato il secondo set con un break di vantaggio che ha mantenuto servendo decisamente bene. “Le palle e i campi qui sono estremamente lenti e quindi devi faticare molto per fare il punto”. Sul tabellino dello scozzese sono finiti l’82% dei punti fatti con la prima di servizio e 6 palle break annullate su 6.
Murray ora è atteso agli ottavi da un test molto impegnativo contro la testa di serie numero Taylor Fritz. L’americano ha chiuso il programma della sessione serale superando con un doppio 63 il modesto connazionale Zachary Svajda. Per il numero 9 del mondo è la quinta vittoria di fila sul cemento dopo i quattro centri ottenuti la settimana scorsa ad Atlanta, torneo che Fritz ha vinto in finale su Aleksandar Vukic.
Continua invece il momento negativo di Felix Auger-Aliassime, superato con due tie-break dal giapponese Yosuke Watanuki. Il canadese ha sprecato un set point sul 9-8 del tie-break del primo set prima di cederlo per 12 punti a 10 e poi ha perso di schianto il secondo tie-break per 7 punti a 3 in un match in cui non ci sono stati break. Tre le palle break a testa salvate in 2 ore e 27 minuti di battaglia. Avanti anche Gael Monfils, vittorioso per 63 64 su Alexander Bublik.

dal sito www.supertennis.tv