NewsTornei Internazionali

LA FINALE A TORONTO SARA’ SINNER DE MINAUR

Il 24enne australiano Alex De Minaur è stato il primo giocatore a raggiungere la finale del Masters 1000 di Toronto. Dopo aver battuto Medvedev si è ripetuto in semifinale contro un’altra sorpresa della rassegna, Davidovich Fokina. Match giocato principalmente in difesa dal “canguro” che si allena a Valencia, per arginare la potenza dell’iberico parso un po’ scarico dopo le imprese settimanali. In un’ora e 15 minuti De Minaur ha conquistato la sua prima finale 1000, da n° 18 del mondo.
Nella notte italiana lo ha raggiunto Jannik Sinner che alla soglia delle due ore di gioco ha sconfitto con un doppio 6-4 l’americano Tommy Paul, mai così avanti in un 1000. Per l’azzurro, questa sera alle 22 italiane, sarà la terza finale 1000, dopo quella persa a Miami nel 2021 (fermato da Hurkacz) ed ancora a Miami quest’anno, bloccato da Medvedev.
A fare la differenza in semifinale contro Paul è stata la micidiale risposta di Jannik (con una percentuale superiore al 55% è il giocatore ad aver vinto più punti sulla seconda dell’avversario in questa stagione), che gli ha permesso di centrare l’undicesima finale in carriera (7 i trofei già messi in bacheca). Per l’azzurro a referto stesso numero di vincenti ed errori gratuiti, 14, mentre per Paaul il bilancio è stato di  19 contro 13.
“E’ stato un privilegio giocare su un campo così importante contro un avversario così forte – il commento a caldo di Sinner -. Sono soddisfatto per come ho reagito ad ogni break subìto, soprattutto quando ho servito per il match. Sono contento in generale per la partita che ho giocato: sentire la pressione è un privilegio”. L’ultimo ostacolo è l’australiano De Minaur, con il quale Jannik ha giocato il doppio: “Alex è un giocatore incredibile e lo ha dimostrato questa settimana: ci siamo già affrontati tante volte e sappiamo cosa attenderci l’uno dall’altro. Sarà una gran partita”.

di redazione