AtletiNewsTornei Internazionali

A CINCINNATI MUSETTI E SONEGO SI FERMANO AL SECONDO TURNO. ANCHE SINNER

Secondo turno con il disco rosso per Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego e Jannik Sinner. Tradotto…non ci sono più azzurri nel tabellone principale dell’ultimo Masters 1000 di stagione prima degli US Open, al via il 28 agosto prossimo. La notizia colpisce perchè arriva dopo la gran vittoria (prima in carriera a livello 1000) di Sinner a Toronto e le buone prestazioni dei “Lorenzi” in primo turno nella rassegna americana. Tre sconfitte diverse, in ogni caso. Quella di Jannik è un “classico” perchè quasi sempre dopo un’impresa un calo è fisiologico nella settimana che la segue. E’ capitato ai grandissimi e ieri anche al nuovo numero 6 del mondo, peraltro contro un avversario ispirato e, come già espresso nel corso delle precedenti stagioni, in grado di competere e battere anche i migliori. Lorenzo Sonego ha ceduto con lo stesso score con il quale Lajovic ha fermato Sinner, 6-4 7-6, all’americano Taylor Fritz, top ten e già degli otto eletti lo scorso anno a Torino, confermando che ancora gli manca qualcosa per fare lo split in avanti e portare dalla propria parte le sfide contro i migliori del lotto. Peccato perchè forse basterebbe un successo di questo tipo per sbloccarlo mentalmente. Lorenzo Musetti ha invece cedujto di schianto contro Daniil Medvedev, ancora più nettamente di quanto fatto negli ottavi di finale del Masters 1000 di Toronto. Per il russo vittoria per 6-3 6-2 e per il talentuoso carrarino appuntamento con la gloria ancora rinviato, si spera, a future rassegne. Sembra che qualcosa nel suo credo di giocatore caoace di tutto si sia inceppato, quasi come se non credesse al fatto di poter arrivare nel definitivo “Olimpo” dopo averlo sfiorato.
Ieri sconfitta a sorpresa (anche se ultimamente non è così raro l’evento) per Casper Ruud contro il non certo fenomenale Max Purcell (in tre set). Tsitsipas ha battuto a fatica Shelton, con un doppio tie-break, mentre Djokovic si è “allenato” per un set (6-4) contro il semifinalista di Toronto, Davidovich Fokina, prima di incassarne il ritiro all’inizio della seconda frazione. Per Nole orta ci sarà un ottavo interessante contro un altro esperto del circuito in bella ripresa, Gael Monfils. A proposito di giovani in difficoltà, come Musetti, anche Holger Rune ha ceduto anzitempo al suo rivale di giornata, il non irresistibile McDonald (6-4 2-0 rit). Eterno Stan Wawrinka che ha saputo superare Tiafoe con un netto 6-3 6-4. Negli ottavi si ripeterà la sfida tra Tommy Paul e Carlos Alcaraz che cercherà la rivincita dopo la battuta d’arresto subita a Toronto per mano dell’americano.

di redazione