AtletiNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

ALLA LESA CUP ARNABOLDI NON SI FERMA PIU’

Quando tutti stanno facendo gli scongiuri perché il maltempo non rovini gli ultimi giorni della Lesa Cup, oggi si stanno giocando i quarti di finale del singolare e le semifinali di doppio. La giornata è iniziata nel primo pomeriggio quando il caldo afoso era ancora al suo culmine. I primi a scendere in campo sono stati Federico Arnaboldi e Giuseppe La Vela sul campo centrale del Tennis Sporting Lesa. La partita è iniziata nel migliore dei modi per il finalista della passata edizione, ma quando tutto sembrava ormai deciso, sul 6/1 4/1 per Arnaboldi, La Vela ha giocato il suo miglior tennis e ha raggiunto l’avversario sul 4 pari. Solo il tie-break del secondo set ha deciso le sorti del match quando Arnaboldi ha risfoderato il suo miglior colpo, il dritto, e ha concluso vincendo il tie-break per 7/2. Intervistato a fine partita Federico ci ha raccontato: ”Conosco Giuseppe fin da quando siamo piccoli, abbiamo la stessa età e ci siamo incontrati spesso nei tornei pur non avendo mai giocato contro, che io ricordi. Fino al 6/1 4/1 è stata una partita tranquilla, poi ho sbagliato perché sono andato un po’ troppo di fretta e ho commesso qualche errore di troppo. E’ stato bravo lui ad approfittarne, poi però ho giocato un buonissimo tie-break e ho chiuso la partita”. Federico ha poi giocato anche il doppio, in coppia con il cugino Andrea, e anche qui è riuscito a portare a casa il match sconfiggendo Vanni e Piatti, la coppia allenatore e allievo, con il punteggio di 6/2 2/6 10/6. Non sono invece riusciti invece a raggiungere le semifinali Alessandro Pecci e Fausto Tabacco. Pur giocando un ottimo match, nulla ha potuto Pecci contro la testa di serie numero uno, Clement Tabur, che si è imposto con il punteggio di 7/6 6/4. Stessa sorte, ma con punteggio diverso, il match tra Tabacco e il tedesco Handel vinto da quest’ultimo per 6/3 6/2. Nell’altra semifinale di doppio, Gabriele Maria Noce e Augusto Virgili si sono imposti su Pamapanin/Rottoli con il punteggio di 6/7 6/0 10/4. Al termine della partita abbiamo loro chiesto di spiegarci il punteggio e Virgili ci ha raccontato: “Fino al primo set è stata una partita equilibratissima. Poi all’inizio del secondo c’è stata una piccola discussione per una palla contestata che ha avuto il risultato di far calare un po’ i nostri avversari, ma di dare a noi la giusta motivazione per prendere il largo. E dopo aver vinto i primi game non ci siamo più fermati”. Il match serale, molto atteso da tutto il pubblico presente, sarà tra la giovane promessa azzurra Lorenzo Carboni e la testa di serie numero 8, Timo Legout.

da ufficio stampa torneo