AtletiNewsTornei Internazionali

BRONZETTI KO AGLI US OPEN MA CON ONORE

Lucia Bronzetti ha concluso con una sconfitta il suo miglior Slam di sempre, a New York (3° turno) vendendo cara la pelle. Ha ceduto infatti solo al terzo set e per un soffio (6-3 4-6 6-4) alla numero 23 del mondo, la cinese Zheng. Una palla “maledetta”, un centimetro o poco più, hanno fatto la differenza in favore dell’asiatica: “Sono dispiaciuta ma non triste perché per me si chiude un ottimo torneo – spiega nel corso della conferenza stampa che si è tenuta al termine della partita persa con la testa di serie numero 23 Qinwen Zheng con il punteggio di 63 46 64 – ; adesso c’è un po’ di amarezza perché ero riuscita a girare la partita e credevo di poterla vincere, ma lei in quel momento è stata molto brava. Sono soddisfatta, e anche se anche avessi fatto quel punto del 5-2 nel terzo non vuole dire che l’avrei portata a casa, non si perde per un punto e comunque anche in quel caso avevo fatto la cosa giusta”.  
Per la prima volta in carriera la Bronzetti ha disputato il terzo turno in un torneo dello Slam, segnale di una crescita complessiva del suo tennis e di una evidente maturazione: “Mi sento molto migliorata, a inizio match mi sentivo un po’ sotto pressione poi sono cresciuta e c’è stato anche un momento in cui mi sentivo sopra. Anche questo è un segnale importante quando dall’altra parte della rete trovi giocatrici così forti. Inoltre, a mio avviso lei vale molto più della sua classifica che ha, gioca bene, spinge tanto e non a caso sta facendo ottimi risultati”.  
Ora Lucia e il suo team rientreranno in Italia e dopo una decina di giorni di allenamento nella base di Anzio affronteranno la trasferta cinese, a cominciare dal torneo di Guangzhou. Un’altra occasione per mettere in mostra il tennis grintoso fatto vedere sul cemento newyorkese: “Il mio obiettivo adesso è tenere sempre questo atteggiamento, un’attitudine che mi possa permettere di giocare più punti possibili. Non sempre ci riesco purtroppo, ma quando ho quella serenità e quella lucidità sento di poter fare belle cose. Sono ancora un po’ discontinua però questo è il mio obiettivo, e sono certa che mi aiuterà molto in futuro”. 

di redazione e dal sito www.supertennis.tv (foto USTA)