AtletiNewsTornei Internazionali

ITALIA SPUNTATA E DELUDENTE. ANCHE MUSETTI CADE CONTRO DIALLO

Tra non molto vedremo il 21enne Diallo tra i top 100 perchè il suo tennis sul veloce indoor vale già oggi molto di più dell’attuale piazza occupata in classifica ATP, la numero 158. Proiezioni a parte il lungo canadese ha quasi “ridicolizzato” Lorenzo Musetti, uno dei migliori talenti che il tennis italiano abbia mai avuto. Il carrarino è da “tutelare” come un panda e in questo momento dovrebbe interrompere la stagione per ricaricarsi e rigenerarsi tecnicamente e mentalmente. Qualcosa è cambiato soprattutto nella sua psiche e l’atteggiamento in campo lo dimostra. Sbuffa, sbaglia, non aggredisce e si fa aggredire. Anche dal canadese che ha espresso un gioco spumeggiante fin dal primo quindici. Chirurgico Diallo quando ha centrato il break decisivo per il 7-5 del primo set. Altrettanto quando ha nuovamente strappato il servizio ad un sempre più confuso Musetti chiudendo 7-5 6-4 e portando il punto della vittoria al Canada degli inediti anche se campione in carica. In campo ora il doppio, con Arnaldi (all’esordio) che ha sostituito Andrea Vavassori, ancora in recupero dopo il problema muscolare comparso nella semifinale del Challenger di Genova. Accanto a lui Simone Bolelli. Contro i due azzurri Pospisil e Galarneau.
Rimane la profonda delusione per una sconfitta a dir poco inattesa che porterà certo Volandri a rimescolare le carte per le prossime fondamentali sfide con il Cile e la Svezia.

di redazione