AtletiNewsTornei Internazionali

ARNALDI CONQUISTA IL PUNTO CHE MANDA L’ITALIA A MALAGA. SUCCESSO ANCHE DI SONEGO CONTRO ELIAS YMER

All’Unipol Arena di Bologna Matteo Arnaldi vince il primo match della sfida contro la Svezia e l’Italia conquista così matematicamente il secondo posto utile del Gruppo A per qualificarsi alle Finals di novembre (21-26) a Malaga. Nel primo singolare, quello tra i numeri due dei rispettivi team, il 22enne sanremese, n.47 ATP, ha battuto 64 63, in un’ora e 21 minuti, Leo Borg, n.334 del ranking.  
“È stata una bella settimana, una grande esperienza, sono contento di aver portato il punto alla squadra oggi – le parole a caldo di Arnaldi -. Parto sempre un po’ a rilento, è una mia caratteristica, ma ho imparato ad accettarla. Dedico questa vittoria a tutti gli italiani”. Per Matteo 5 ace contro 2 doppi falli, il 58% di prime in campo con il quale ha ottenuto il 79% dei punti ed un 98% di seconde in campo (con il 48% dei punti vinti), un solo break subìto (nel terzo game del primo set). A referto 10 vincenti contro 18 errori non forzati.
Un boato del pubblico ed un rullo di tamburi sottolinea ogni punto vinto dall’azzurro. Il match. Per entrambi questa settimana in terra emiliana rappresentava l’esordio in assoluto con la maglia della Nazionale, decisamente più entusiasmante per l’azzurro che non per lo svedese “figlio d’arte”. Leo però non ha nessuna intenzione di rendere la faccenda semplice a Matteo: nel terzo gioco del primo set si procura tre palle-break consecutive e sulla seconda un nastro svedese sancisce il break (2-1).Borg conferma il vantaggio (3-1), ma Arnaldi resta in scia (3-2). Nel sesto game arrivano tre opportunità consecutive per il contro-break per l’azzurro: lo svedese cancella le prime due (la seconda con un gran diritto che pizzica la riga) ma sulla terza sotterra in rete il rovescio lungolinea ed è 3 pari. Si lotta punto a punto ma nel decimo gioco con un doppio fallo Borg offre un set-point e poi fa ancora peggio replicando: ed il 6-4 è tricolore.Messa nel borsone la tensione in inizio match, Arnaldi in avvio di seconda frazione comincia a lasciar andare il braccio, Borg però non molla. Entrambi restano attaccati ai rispettivi turni di battuta, concedendo poco o nulla a chi è in risposta. Nell’ottavo game Matteo alza il ritmo (splendido il rovescio lungolinea sul secondo punto) e si procura tre palle-break consecutive: Leo cancella la prima con un diritto incrociato in contropiede, la seconda con un servizio robusto mentre la terza la spreca l’azzurra mettendo in corridoio il diritto.
“Italia, Italia” grida il pubblico e Arnaldi con una risposta micidiale si procura una quarta palla-break, quella buona perché Borg spedisce in rete il rovescio incrociato (5-3). Nel game successivo l’azzurro manca un primo match-point spedendo fuori il rovescio lungolinea ed un secondo sempre con il rovescio, stavolta sotterrato in rete: ancora con un errore di rovescio regala allo svedese la chance del contro-break ma la cancella con la prima di servizio. Arriva un terzo match-point: la prima di Matteo non perdona e l’Italia è sull’aereo per Malaga!
Il punto del 2-0 è arrivato dalla racchetta di Lorenzo Sonego, il protagonista assoluto delle giornate italiane numero due e numero tre. Opposto allo svedese Elias Ymer il torinese ha giocato un match esemplare e tatticamente attento accelerando nelle fasi decisive sia del primo che del secondo set. Alla fine si è imposto con un doppio 6-4 confermando di essere un “uomo Davis” anche non in tranche agonistica come nelle sfide contro il Cile.

di redazione e dal sito www.supertennis.tv