AtletiNewsTornei Internazionali

ZVEREV CONTINUA A SALIRE NELLA RACE TO TURIN. OGGI IN FINALE CONTRO SAFIULLIN

I tornei in corso e in calendario in questa ultima sezione di stagione assegnano punti pesanti nella Race To Turin, la classifica che qualifica i migliori otto e le due riserve per le Nitto ATP Finals di Torino. Sono tre i giocatori già promossi per il grande appuntamento di fine anno, nell’ordine Novak Djokovic, Carlos Alcaraz e Daniil Medvedev. Al quarto posto figura Jannik Sinner che questa settimana a Pechino cercherà di consolidare la posizione e acquisire punti, dopo la sosta personale che è seguita agli US Open. Il numero 1 azzurro precede di 725 punti Andrey Rublev e di 795 Stefanos Tsitsipas. Continua a salire nella speciale graduatoria il tedesco Alexander Zverev, due volte “maestro” in carriera e nel 2021 anche a Torino. Oggi giocherà la finale nel 250 ATP di Chengdu, contro il russo Roman Safiullin e dopo aver battuto in semifinale il bulgaro Grigor Dimitrov, ex numero 3 del mondo: “Con Grigor – ha detto Zverev – è sempre una bella sfida e sono felice per come ho giocato, in particolare nel tie-break del secondo set. Contro Safiullin non sarà un match facile. Ci conosciamo fin dalle rassegne giovanili e su questo tipo di superficie Roman è temibile. Spero di avere, come accaduto in questi giorni, il supporto del pubblico”. Quello che non è bastato nell’altra semifinale a Lorenzo Musetti, numero 2 del seeding, che ha visto interrompersi il proprio cammino proprio ad opera di Roman Safiullin, numero 55 ATP. L’azzurro si è arreso sul 6-3 6-4. La differenza l’hanno fatta il servizio di Safiullin e la sua pesantezza di palla. Musetti è tornato a giocare troppo lontano dalla linea di fondo e ha subito l’aggressività del rivale contro il quale aveva già perso nel lontano 2019 nel primo turno del Challenger di Bergamo. Nel set d’avvio dal 3-3 il russo ha infilato tre game consecutivi. Nel secondo il break in favore di Safiullin è giunto nel settimo game, per il 4-3. Musetti ha tenuto la battuta nel nono gioco (4-5) ma Safiullin ha chiuso nel successivo le ostilità raggiungendo la sua prima finale nel massimo circuito, alla non più verdissima età di 26 anni. A Zhuhai finale per il titolo invece tra Karen Khachanov e Yoshihito Nishioka.

DI REDAZIONE