AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER BATTUTO A SHANGHAI AL FOTOFINISH DA BEN SHELTON

Si ferma agli ottavi Jannik Sinner al Rolex Shanghai Masters. Dopo un gran primo set, l’altoatesino cede alla distanza nel primo scontro diretto in carriera con il neo-ventunenne Ben Shelton che chiude 26 63 76(5) e al prossimo turno affronterà Sebastian Korda. Sinner salva otto palle break nel terzo set, rimonta da 0-4 a 5-4 nel tie-break decisivivo ma non basta. Shelton, cresciuto con servizio e risposta dopo il primo set, conferma di essere giocatore vero. Dopo questa stagione, e questo tipo di successi, Shelton si candida a entrare nei “Fab 4 2.0” con Jannik, Alcaraz e Holger Rune. L’azzurro, già qualificato per le Nitto ATP Finals di Torino, ha concluso la partita con una percentuale più alta di punti al servizio con la seconda e in risposta contro la seconda rispetto a Shelton, che ha messo a segno 15 ace di cui 14 negli ultimi due set. Sinner ha perso una sola volta il servizio e completato 33 discese a rete, nelle quali ha ottenuto 28 punti. Lo statunitense, venuto a rete anche più dell’azzurro (41 volte ma con soli 26 punti), ha completato il match con cinque vincenti in più (36 a 31 secondo i dati ATP). Questi dati spiegano anche come mai gli vengano attribuiti nove punti vinti in più, 70 a 61, negli scambi brevi che hanno richiesto meno di cinque colpi.
“Adoro giocare nei grandi stadi, non ne ho mai abbastanza – ha detto Shelton dopo la partita -. Qui a Shanghai c’è un’atmosfera straordinaria. Mi colpisce molto essere qui con il pubblico che mi canta ‘Happy Birtyhday”. Soprattutto se penso che un anno e mezzo fa giocavo al college e un anno fa ero nel circuito Challenger. Oggi ho creduto molto nel mio servizio, nella mia capacità di tenere duro e nella mia condizione atletica. Sapevo che potevo anche andare alla distanza e questo mi ha dato molta sicurezza. Nel primo set non ho servito bene, lui ha giocato molto meglio di me. Poi però ho iniziato a trovare il mio ritmo. Se penso solo al secondo e al terzo set, è stato uno dei giorni in cui ho servito meglio”.

DAL SITO WWW.SUPERTENNIS.TV