NewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

AD UN MESE DALLE ATP FINALS: DIVERSE LE NOVITA’

Manca un mese esatto all’inizio della terza edizione torinese delle Nitto ATP Finals e l’evento sta già dando risposte importanti sotto ogni punto di vista, ancor prima di essere vissuto. La sensibilità della cittadinanza è aumentata e molto, realtà che conferma quanto il lavoro della Federazione Italiana Tennis e Padel e da tutti coloro che contribuiscono alla fase di preparazione della manifestazione sia stato determinante. I lavori di realizzazione del Fan Village in piazza d’Armi sono iniziati lo scorso 20 settembre e le tende che ospiteranno le diverse realtà presenti sono già quasi tutte pronte. E’ proseguita la ormai cadenzata operazione di illuminazione della Mole Antonelliana, simbolo per antonomasia della torinesità, con la proiezione dei nomi e dei volti dei qualificati. L’ultimo in ordine temporale ad accenderla è stato la scorsa settimana Jannik Sinner quando vincendo il primo match di tabellone principale a Shanghai ha matematicamente agguantato la qualificazione alle Finals, questa volta da titolare. Il rituale di “accensione” proseguirà con i prossimi promossi, dopo il già citato Jannik, Novak Djokovic, Carlos Alcaraz e Daniil Medvedev.
E’ già partita in via Po, una delle arterie centrali di Torino, anche la mostra fotografica allestita per raccontare i campioni con una narrativa che li avvicini sempre di più al grande pubblico, di appassionati e non solo. Operazioni fatte in sinergia con la Città di Torino e i suoi vertici anche in questo caso sempre più coinvolti nella grande storia delle Finals. Alla pannellatura generica con la quale si è iniziata tale operazione cammin facendo si sta sostituendo quella legata ai diversi protagonisti con le loro storie e le loro immagini, in campo e non solo. Un modo per farli scoprire e conoscere anche ai curiosi. Cadenze anche in questo caso simili a quelle delle illuminazioni della Mole.
Impressionano intanto i numeri generali della terza edizione. Al 6 ottobre scorso la prevendita (ancora aperta) ha fatto segnare un incasso di 15.837.719 euro, già superiore a quello complessivo dell’edizione 2022, pari a 15.509.000 euro, registrato alla fine della manifestazione. Il segno + è evidente in ogni aspetto, anche quello dei biglietti venduti all’estero. In questo settore la fanno da padroni gli appassionati svizzeri ma anche il lontano Brasile si è confermato molto attivo. Così i fan tedeschi e austriaci. Nel complesso uno spaccato di mondo che sta per riversarsi su Torino con tutte le positive conseguenze, anche in ottica turistica che questo significa. Un effetto boom che prescindeva dalla presenza tra i big di Jannik Sinner. Centrata la partecipazione i numeri stanno ulteriormente lievitando.
Tra le novità 2023 c’è anche quella della possibilità di assistere agli allenamenti dei campioni, nelle giornate del 9, 10 e 11 novembre direttamente in un settore del PalaAlpitour, e non solo nel peraltro suggestivo scenario del Training Center al Circolo della Stampa Sporting. Sul portale di ‘TicketOne’ (https://www.ticketone.it/), è possibile acquistare i tagliandi (costo dai 30 ai 40 euro) per le sessioni in programma nelle giornate citate, tra le ore 10 e le 19, presso l’impianto torinese. A tali sessioni potranno accedere gratuitamente tutti coloro che avranno acquistato, nella stessa giornata, un tagliando per ammirare gli allenamenti dei campioni di scena al ‘Circolo della Stampa Sporting’. I biglietti per il ricco training schedule previsto sui campi dello storico circolo di Corso Giovanni Agnelli – dal 9 al 17 novembre, tra le ore 10 e le 19 – sono in vendita, sempre su ‘TicketOne’, con un prezzo compreso tra i 35 e i 60 euro.
Un’ulteriore opportunità pertanto di vedere da vicino i migliori giocatori del circuito, di singolare e doppio, data ad oltre 6000 persone (circa 2000 al giorno nella sezione dedicata del Palazzo).
Sempre in tema di novità, il media day avrà quale sede regale il Palazzo Reale, altro luogo simbolo di Torino, sempre sospesa tra presente e passato. Il Fan Village verrà inaugurato il giorno 11 novembre e l’accesso in questo caso sarà aperto a tutti. Stessa cosa il giorno 19, quello delle finali. Dopo le 21 nelle altre giornate, quando si potrà entrare anche senza titolo, verranno incrementate le iniziative per rendere ancora più appetibile un viaggio nelle atmosfere delle Finals. Attenzione certosina poi all’area food and beverage per soddisfare tutti i palati e tutte le esigenze del pubblico.
Il Fan Village crescerà attraverso un incremento organico delle superfici, come già annunciato in fase di presentazione del Masterplan. I padiglioni dell’enogastonomia verranno incrementati come superficie del 33% e del 50% in quanto a numero di coperti che raggiungono i 420, per assicurare un’esperienza unica nel suo genere. Ai due padiglioni riservati agli sponsor e all’esperienza eno-gastronomica, se ne aggiungerà un terzo, emozionale in quanto vero e proprio giardino d’inverno di 2400 metri quadrati dedicato all’intrattenimento, all’attività ludica e alla pratica sportiva. Nell’aria, dunque, si sente già forte il profumo di Finals. Il conto alla rovescia è realtà quotidiana e la febbre sale.

di Roberto Bertellino