AtletiNewsTornei Internazionali

A BASILEA I CANDIDATI PER TORINO NON SBAGLIANO. RUNE VINCE IN RIMONTA

Un primo set da dimenticare, perso 6-1 contro Kecmanovic, poi la risalita, di cuore e di colpi. Così Holger Rune, per la prima volta seguito in tribuna da Boris Becker, ha scacciato almeno per un arco temporale ridotto i fantasmi della crisi in cui è caduto (anche per problemi fisici e di relazione) dopo Wimbledon. Contro Kecmanovic Rune aveva perso recentemente a Stoccolam e anche ieri la strada verso il successo è parsa lastricata di difficoltà soprattutto quando nel secondo set (dopo aver ceduto il primo) il danese si è trovato sotto di un beak. A quel punto ha reagito da campione rimettendosi in carreggiata e chiudendo il confronto al terzo set. Al secondo turno troverà l’argentino Baez in un match non impossibile che potrebbe dargli ulteriore fiducia e punti per Torino, obiettivo dichiarato da lui e dal 7 volte campione Slam che lo sta seguendo da pochi giorni. Vittoria preziosa in chiave Finals anche per il polacco Hubert Hurkacz, testa di serie numero 4, che ha stoppato Lajovic in due frazioni. Sorpreso Wawrinka dal russo Shevchenko, a segno invece il giovane svizzero Stricker contro il libanese Hassan. Bene anche De Minaur, altro giocatore in lotta per un posto a Torino che ha battuto l’esperto Schwartzman, e match maratona tra Jarry e Mannarino, vinto dal cileno al fotofinish. Oggi esordio per Fritz contro Purcell e per Ruud contro Bublik. In particolare il norvegese dovrà stare attento al rivale, in fiducia e come da sempre imprevedibile. Seconda uscita svizzera per Murray opposto a Etcheverry.

di redazione