AtletiNewsPiemonteRegioniTornei Nazionali

IL BEINASCO SFIORA L’IMPRESA A VERONA

Terzo pareggio consecutivo in serie A1 femminile per l’US Tennis Beinasco, impegnata sul difficile campo delle neopromosse dell’AT Verona. Sugli scudi nei singolari Reka Luca Jani e Giulia Pairone, che hanno superato rispettivamente per 2-1 rit e 6-2 6-3 Eva Alvarez Guerrero ed Angelica Raggi. Il primo punto per le veronesi è arrivato dal singolare conquistato da Angelica Moratelli su Federica Di Sarra che è riuscita a portare la sfida al terzo set ma non a chiuderla in suo favore. La trentina ha infatti conquistato il prezioso punto sullo score di 6-4 3-6 6-3. La decisione del testa a testa è arrivata con il doppio. Da una parte Jani e Rossi (al debutto stagionale), dall’altra Moratelli e Raggi. Un confronto equilibrato e giocato punto a punto, alla fine vinto dalle tenniste del circolo veneto al match tie-break, per 10-7. Rimane un po’ di amaro in bocca perché dopo aver perso il primo parziale per 6-4, nel secondo le racchette del Beinasco sono riuscite a rimettere in piedi la partita, con grande temperamento e gioco simbiotico. Nella sezione finale dal 6-5 hanno però subito quattro punti delle rivali che hanno fatto la differenza. Al Beinasco ora occorrono tre punti contro il Parioli Roma per continuare ad inseguire il passaggio nei play-off.  
Anche in serie A2 femminile pareggio per l’US Tennis Beinasco, in casa contro le portacolori del Cus Catania. Il 2-2 è maturato al termine di una giornata nella quale gli acuti delle giocatrici piemontesi sono arrivati dai singolari, a firma di Michelle Zmau e Maria Canavese. La prima ha sconfitto per 6-3 6-2 Noemi La Cagnina al termine di un match giocato in costante pressione e senza sbavature; la seconda invece è andata a segno per 6-4 6-0 contro Giulia Maria Paternò. Nulla da fare per Anastasia Grymalska che ha invece alzato bandiera bianca contro Miriana Tona. Primo set equilibrato ma vinto in chiusura dalla giocatrice del Cus Catania per 6-4, secondo condotto sempre con la testa avanti dalla Tona, che ha chiuso con un più agile 6-1. Nel doppio Tona e Paternò hanno sconfitto il tandem del Beinasco Zmau e Canavese per 6-4 6-2.

di Roberto Bertellino (foto Elena Vetere)