Cus TorinoNews

LE PRIME NOVITA’ DI JUST THE WOMAN I AM DEL PROSSIMO MARZO

Nelle giornate dell’1, 2 e 3 marzo 2024 ritorna JUST THE WOMAN I AM (www.jtwia.org), l’evento organizzato dal Centro Universitario Sportivo torinese in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e il Politecnico di Torino. La manifestazione dal 2014, attraverso una corsa–camminata di 5 km aperta a tutti con partenza dal centro di Torino, raccoglie fondi per la ricerca universitaria sulla salute e sul cancro. Grazie a questa iniziativa sono state supportate borse e premi di ricerca, cicli di convegni scientifici e percorsi di formazione. JUST THE WOMAN I AM si svolge ogni anno in concomitanza con la Giornata Internazionale della Donna, nella prima settimana di marzo. Alla base di questa scelta c’è la volontà di legare l’evento alla parità di genere, la prevenzione e la promozione dei corretti stili di vita. Non solo corsa-camminata. Dal 1° al 3 MARZO 2024 in piazza San Carlo a Torino sarà possibile accedere alla PREVENZIONE IN PIAZZA: un evento nell’evento che accoglierà stand dedicati alle visite preventive gratuite, al counseling e alla presentazione delle associazioni no profit. Il Villaggio della Prevenzione è un’occasione di incontro, dialogo e festa tra il mondo accademico, l’eccellenza sanitaria italiana, i cittadini e le scuole.

L’incontro di oggi, giovedì 2 novembre, è stato occasione per introdurre ai dirigenti scolastici, docenti e coordinatori il programma dedicato agli istituti scolastici. E’ stata inoltre inaugurata la mostra fotografica “10insieme”, gli scatti celebrativi dei dieci anni di JTWIA. Infine è stato firmato il protocollo d’intesa tra il Centro Universitario Sportivo torinese e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte. Hanno preso parte alla presentazione: Maria Grazia Grippo, Presidente Consiglio Comunale della Città di Torino, Riccardo D’Elicio, Presidente Centro Universitario Sportivo torinese e Stefano Suraniti, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte.


USCITA DIDATTICA – Proprio agli Istituti Scolastici è dedicato il programma del Villaggio della Prevenzione di venerdì 1 e sabato 2 marzo. Supportato dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, il progetto approfondirà, tra le altre, due delle tematiche più vicine alla Generazione Z: le dipendenze e i disturbi del comportamento alimentare. I ragazzi e i docenti delle Scuole Secondarie di I e II Grado potranno accedere a un vero e proprio percorso didattico “a misura di studente” che li vedrà protagonisti in dibattiti e incontri (https://jtwia.org/scuole/).

Le associazioni presenti in piazza saranno a disposizione per visite gratuite e attività di divulgazione e prevenzione per sensibilizzare gli studenti sul tema centrale della manifestazione, e apriranno le porte dei propri stand per avvicinare i più giovani a tematiche attuali come l’autismo, i corretti stili di vita, la prevenzione, l’attività fisica, il cyberbullismo e la microcriminalità giovanile (baby gang)soltanto per citarne alcuni. Tutti argomenti che rientrano nei percorsi di Educazione Civica della Scuola Secondaria di I e II Grado. Laboratori didattici, incontri con gli esperti e attività divulgative sono le parole chiave del “Percorso Scuole”. Una lezione didattica open air che consente un faccia a faccia diretto capace di sensibilizzare ed educare grazie al confronto e alla condivisione.

Venerdì 1 marzo, le classi saranno accolte presso lo stand dedicato alle “Scuole” dove saranno raccolti i moduli per il consenso informato dei minorenni per consentire lo svolgimento dei test ai minori autorizzati.
Sabato 2 marzo, giornata aperta alle scuole e congiuntamente ai ragazzi accompagnati dalle famiglie, sarà ospitato un talk approfondito sui disturbi del comportamento alimentare.

LE DICHIARAZIONI

Queste le parole del Presidente del Consiglio Comunale della Città di Torino Maria Grazia Grippo: “Il Consiglio accoglie ogni anno migliaia di persone in visita al Palazzo civico e i tour a scopo didattico, riservati alla popolazione scolastica, sono da sempre il nostro fiore all’occhiello: perciò l’appuntamento organizzato con JTWIA ci permette di arricchire il calendario di opportunità in cui fare educazione civica perché insegnare ai nostri e alle nostre giovani ad aver cura di sé è premessa indispensabile nella costruzione di individui capaci di aver cura degli altri”.


Oggi è un momento straordinariamente importante per il CUS Torino – dichiara Riccardo D’Elicio, Presidente Centro Universitario Sportivo torinese – Presentiamo una mostra fotografica che rappresenta il percorso che JTWIA ha avuto negli anni e che ormai fa parte delle grandi opportunità che offriamo ai cittadini di Torino; l’evento ha ormai risonanza nazionale e internazionale e di questo ne siamo molto fieri. Inoltre oggi presentiamo ufficialmente la firma del protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, che dimostra un legame tra il sistema scolastico e quello universitario. Grazie a questo il CUS Torino darà la possibilità alle scuole di utilizzare gli impianti sportivi e JTWIA potrà essere promosso in tutte le classi, a partire dalle superiori. Questo per far sì che i ragazzi arrivino ad iscriversi all’università preparati sia fisicamente che culturalmente”.        


Queste le parole di Stefano Suraniti, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte: “l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte sostiene con entusiasmo la realizzazione di alleanze educative volte a promuovere tra i più giovani, anche attraverso opportunità di pratica motoria e sportiva, prevenzione, corretti stili di vita, inclusione e parità̀ di genere. Just The Woman I Am, prima ancora di una manifestazione sportiva, è un importante progetto di sensibilizzazione su temi prioritari previsti dall’Agenda 2030. Diventa, dunque, fondamentale rileggere la formazione come uno strumento per innalzare le competenze e la motivazione dei docenti e introdurre percorsi “a misura di studente”, al fine di rendere bambini, bambine e adolescenti dei cittadini consapevoli”.

da ufficio stampa Cus Torino (foto Sofia)