AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER, GIUSTA DECISIONE CONTRO L’ASSURDO ORGANIZZATIVO. SI RITIRA DA PARIGI BERCY

I francesi pensano sempre di poter fare ciò che vogliono, indipendentemente da tutto e da tutti. Le follie organizzative del toneo di Parigi Bercy, ultimo Masters 1000 di stagione, con incontri terminati nel cuore della notte (vedi l’ultimo di ieri sera con protagonisti Sinner e McDonald) meritavano più di una semplice lamentela ed ecco la giusta presa di posizione dell’azurro, a tutela di se stesso, pensando ai prossimi impegni (ATP Finals e Coppa Davis su tutti) ma anche della categoria. Per salvaguardare il fisico ha detto no, non ci sto, arrivederci e grazie. Nei quarti è così salito De Minaur, senza faticare. Queste le sue parole: “Sono dispiaciuto di annunciare che mi ritiro della partita di oggi a Bercy. Ho finito il match quando erano quasi le 3 del mattino e sono andato a letto solo qualche ora più tardi. Avevo meno di 12 ore per riposarmi e preparare la prossima partita – ha scritto su Twitter -. .Le settimane a venire con le ATP Finals in casa  e la Coppa Davis saranno importantissime, ora mi concentro sulla preparazione di questi importanti eventi. Ci vediamo a Torino! Forza!”.
Dopo il messaggio inoltrato via social media la scorsa notte dal suo coach Darren Cahill, a cui va ad aggiungersi quello di Casper Ruud, apparso anch’egli contrariato via social dall’approssimativo ordine di gioco stilato per quest’oggi che avrebbe concesso al n.4 del mondo troppo poco tempo per recuperare dopo quanto fatto contro l’americano al primo turno, ecco quindi la decisione ufficiale presa dallo stesso Sinner. Decisione su cui evidentemente hanno pesato gli sforzi profusi nel suo match di secondo turno, ma anche la programmazione del lavoro in vista delle Nitto Atp Finals.
Francesi avvisati e questa volta colpiti.

di redazione