AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER VINCE NEL CUORE DELLA NOTTE. PROGRAMMAZIONE ALLUCINANTE A PARIGI

Ancora una volta Jannik Sinner ha centrato un successo in stagione, il numero 57, ma fa notizia il momento temporale nel quale ciò è accaduto. Programmato inizialmente non prima delle 19,30 il suo match è partito dopo la mezzanotte e si è concluso alle 2.36 della notte parigina e italiana. Oggi Jannik tornerà in gara attorno alle 17…almeno così si spera , ma rimane allucinante l’organizzazione (in quanto a orari) del Masters 1000 di Parigi Bercy. Inconcepibile che ciò accada. Dalla premessa al campo per raccontare di una vittoria in rimonta tutto fuorchè banale contro l’americano McDonald per 6-7 7-5 6-1 che porterà oggi l’ìazzurro a confrontarsi con Alex De Minaur, ieri vincente su Dusan Lajovic, anche nel suo caso in rimonta. Affermazione anche per il campione uscente Holger Rune, seguito da Becker in “panchina” per 6-4 6-2 contro l’ormai troppo falloso Dominic Thiem.
Sinner ha ceduto il primo set al tie-break, dopo essere statgo avanti di un break e 2-0 nella sezione finale. Prima parte di gara difficile e con un tennis meno brillante del solito, la sua.
Il secondo set di Sinner parte recuperando subito da 0-30. L’azzurro inizia stanco, ma reagisce bene, tenendo in scioltezza i suoi turni di battuta. Sul 2-1 manca due palle break per il 3-1 e quando sembra profilarsi un nuovo tie-break Sinner accelera nuovamente conquistando un prezioso set point che trasforma volando a rete. Alle 02:07 della notte Sinner approda al terzo set.
Sul 2-1 l’azzurro si fa recuperare da 0-30, ma arriva comunque alla palla break e con coraggio spara un passante di rovescio che McDonald non controlla per il 3-1. Sul 4-1 l’americano si consegna al rivale commettendo due doppi falli. Sinner vola sul 5-1 e poi chiude al terzo match point un confronto vinto di forza nonostante l’enorme stanchezza fisica accumulata a Vienna e in questo primo turno notturno terminato alle 02.36.
Per lui prima affermazione in carriera nel torneo di Bercy dopo le sconfitte del 2021 contro Alcaraz e del 2022 contro lo svizzero Huesler. Ieri ha fatto notizia l’eliminazione di Daniil Medvedev per mano di un sempre più brillante Dimitrov, arrivata al tie-break del set decisivo vinto dal bulgaro per 7-2.
Esordio sul velluto per Novak Djokovic, entrato con grande autorità nel torneo. Per il numero 1 del mondo successo fissato sul 6-3 6-2 contro l’argentino Etcheverry. Oggi il serbo dalle mille risorse troverà l’olandese Griekspoor. Altmaier sfiderà invece il già citato Rune. Successo non agevole anche per Zverev al termine di una partita durata oltre tre ore contro il beniamino di casa Humbert. Per il tedesco, in lotta per un posto a Torino, oggi testa a testa contro Tsitsipas. Anche il greco ha bisogno di punti in ottica Finals. Non ne ha fatti registrare Ruud, battuto da Cerundolo in una stagione giocata decisamente sottotono e fuori dai giochi per le Finals, dove lo scorso anno raggiunse l’atto decisivo. In corsa per due posti da titolari rimangono Zverev, Hurkacz e Rune, ancora in gara a Parigi.

di redazione