AtletiLombardiaNewsRegioniTornei Internazionali

FOGNINI OUT A BERGAMO. PASSA NAKASHIMA

NIENTE DA FARE PER FOGNINI: PASSA NAKASHIMA – Non ci saranno italiani in semifinale nel Challenger di Bergamo. Le ultime speranze erano affidate a Fabio Fognini, beniamino indiscusso del pubblico durante tutta la settimana, ma l’ostacolo rappresentato da Brandon Nakashima si è rivelato troppo ostico. Un po’ la qualità dell’avversario (il cui valore non rappresenta in alcun modo la classifica attuale), un po’ una condizione fisica deficitaria (qualche linea di febbre e la stanchezza dopo la maratona di ieri) hanno sancito il 6-1 7-5 che spinge l’americano in semifinale. C’era grande attesa, ma sin dall’inizio Nakashima è parso più in palla. I suoi colpi erano più pesanti e, soprattutto, più profondi di quelli di Fognini, che in alcuni frangenti si è fatto prendere dal nervosismo. Dopo un primo set a senso unico, Fabio ha avuto una palla break per portarsi 2-0 nel secondo set. Persa l’occasione, è stato a sua volta brekkato e il match sembrava destinato alla più banale delle conclusioni. Sul 5-4 Nakashima, a sorpresa, Fognini giocava il miglior game della sua partita e dava al pubblico un’ultima speranza. Nel game successivo, però, perdeva nuovamente il servizio. Uno spettacolare pallonetto dello statunitense a suggellava il game. Non c’era più margine per rimonte o miracoli, dunque Nakashima prolungava la sua permanenza a Bergamo mentre Fognini torna a casa senza particolari rimpianti: in fondo, ha vinto i match che doveva. Simpatica scena dopo il matchpoint, con Davide Sanguinetti (coach di Nakashima) che è andato a salutare Flavia Pennetta. La moglie di Fognini ha finto di essere arrabbiata, poi tra i due c’è stato un sincero abbraccio. Per ritrovare un vincitore italiano a Bergamo, dunque, bisognerà aspettare almeno un altro anno. L’ultimo a sollevare il trofeo è stato Jannik Sinner nel 2019.  

di redazione