AtletiNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

I DOPPISTI IERI IN SFILATA DURANTE L’INAUGURAZIONE DEL FAV VILLAGE

Il Fan Village delle Nitto ATP Finals, inaugurato ieri alle 12 con gli interventi delle Istituzioni e dei massimi vertici del tennis italiano, il presidente FITP Angelo Binaghi e internazionale, il presidente dell’ATP Andrea Gaudenzi, ha ospitato la sfilata dei campioni di doppio. Otto coppie per lo più inedite al grande pubblico salvo quello sempre più ridotto dei veri intenditori. I primi al mondo in questo momento sono il croato Ivan Dodig e l’americano Austin Krajicek, lontano cugino degli olandesi Richard (campione a Wimbledon nel 1996) e Michaella. Dodig, il più esperto tra i due, si è detto colpito dalla passione della gente a Torino: “Già nel 2022 mi ero sorpreso per questo aspetto e oggi ribadisco il concetto. Per tutti noi è uno stimolo ancora maggiore a far bene e a dare il massimo dimostrando quanto il doppio possa attrarre anche il grande pubblico. In gioco c’è anche la posizione di primi della classe a fine anno e ogni match avrà valore doppio”. Un concetto ripreso anche da Wesley Koolhof, che farà coppia a Torino, come lo scorso anno, con il britannico Neil Skupski. Nel 2023 hanno vinto a Wimbledon mentre Dodig e Krajicek si sono imposti al Roland Garros, a Montecarlo e sul veloce di Rotterdam. Tante storie e molte curiosità per ognuno dei protagonisti. Come quella dell’indiano Bopanna, che sarà in tandem con l’australiano Ebden ed è salito alla ribalta delle cronache quest’anno per essere diventato il più “vecchio” semifinalista e poi finalista Slam agli US Open, all’età di 43 anni e sei mesi. Un uomo gentile che ieri è stato il primo ad aiutare una delle due mascotte delle Finals, chiamata sul palco ma in difficoltà nel raggiungerlo per la pesantezza del costume, a compiere l’impresa. E’ storia particolare anche quella degli australiani Rinky Hijikata e Jason Kubler, più singolaristi ma a sorpresa vittoriosi ad inizio stagione agli Australian Open e per questo aventi diritto ad un posto tra le migliori otto coppie (in classifica sono in realtà la n° 17). Sono i più piccoli del lotto ma non vorranno sfigurare, con Hijikata che si ispira all’ex numero 1 del mondo Lleyton Hewitt e vorrebbe avere il servizio di Kyrgios, lo scorso anno presente a Torino a fianco di Kokkinakis. Completano il quadro i campioni uscenti Ram e Salisbury, gli argentini Molteni e Maximo Gonzalez, Granollers e Zeballos, Santiago Gonzalez e Roger Vasselin. Applausi per tutti, poi musica e apertura del Fan Village, sempre più grande (8000 metri quadrati nelle tre aree) e ricco di servizi. In primo piano gli sponsor, la ristorazione e la sezione green che offre l’opportunità di provare gli sport di racchetta. Una festa nella festa.

di Roberto Bertellino (in foto Ram e Salisbury, campioni 2022)