Le segnalazioni TWMNewsTornei Internazionali

UN CONVEGNO PER RIBADIRE L’IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE SANITARIA

Grande interesse per il convegno “Sport è prevenzione: il Tennis allunga la vita” andato in scena alla cupola geodetica di piazza Castello. Incontro promosso da Tennis & Friends – Salute e Sport, insieme alla FITP e all’ASL Città di Torino e Azienda Zero Regione Piemonte e moderato da Andrea Pavan, capo redattore centrale di Tuttosport ed Attilia Brocca (ADN Kronos). Giorgio Meneschincheri, fondatore di Tennis & Friends, vero punto di riferimento nell’ambito della prevenzione sanitaria abbinata allo sport e al tennis in particolare, ha esordito con i dati di tre studi specifici, l’ultimo dei quali il Copenaghen City Heart Study che ha avuto come campione 20.000 persone fra i 20 e i 93 anni ed è durato 25 anni. In base ai dati, rispetto al gruppo di persone sedentarie, l’aumento dell’aspettativa di vita per i diversi sport vede il tennis al primo posto con +9,7 anni, davanti a badminton (+6,2) calcio (+4,7), ciclismo (+3,7), nuoto (+3,4) e jogging (+3,2): “Il nostro Progetto – ha detto il Prof. Giorgio Meneschincheri – è nato 12 anni fa e da subito la FITP lo ha appoggiato. Dalla prima edizione ad oggi sono stati 233.000 gli screening gratuiti effettuati sulla popolazione, 30.000 solo quest’anno a Roma e 8.000 a Torino. Lo sport è terapia, sostenibilità e prevenzione e spesso può sostituire anche il farmaco. Aiuta inoltre a prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari e metaboliche e ha una funzione di riduzione della pressione arteriosa”. Sinergico anche il lavoro fatto con il Dott. Carlo Picco, direttore generale dell’ASL Città di Torino e commissario dell’Azienda Zero Regione Piemonte. Sono intervenuti anche Gianmarco Sala, direttore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro, Roberta Siliquini, professore ordinario di Igiene all’Università di Torino, Angelo Bertelli, direttore dell’Istituto di Medicina dello Sport di Torino ed Emilio Sodano medico della FITP che ha sottolineato il grande lavoro che viene fatto nei confronti dei giocatori di alto livello sotto il profilo medico e preventivo grazie ad uno staff consolidato. Presente anche l’assessore della Regione Piemonte Andrea Tronzano. Interventi anche di Angelo Binaghi, presidente FITP e Gianni Ocleppo, presidente del Comitato d’Onore delle Nitto ATP Finals. Binaghi ha ribadito la straordinaria risposta di Torino all’evento: “Ho girato tutta l’Italia da giocatore ma non mi ero soffermato su Torino. In questi anni sono rimasto stupito dalla sua capacità di far squadra e dalla sua bellezza. Due fatti recenti hanno esaltato il concetto. Le autorità locali si sono subito adoperate per evitare che lo sciopero di venerdì scorso interrompesse i trasporti in area Finals e la Prefettura ha sbloccato la biglietteria con altri 300 tagliandi per le ultime giornate, permettendo di soddisfare le passioni di più di altri 1000 spettatori complessivi. I biglietti sono andati esauriti in pochi minuti. L’impatto sociale dell’evento è stato ancora superiore a quello economico e quello sportivo è davanti agli occhi di tutti”. Torino dunque merita di allungare le Finals? “Direi di sì e lotteremo per questo – ha affermato – ma aspettiamo il momento delle decisioni ufficiali”.

DI REDAZIONE