AtletiNewsTornei Internazionali

ALLE 16 APPUNTAMENTO CON LA STORIA

Non sarà facile per il capitano Filippo Volandri decidere chi far giocare oggi dalle 16 come secondo singolarista azzurro. Forse però la scelta è obbligata. Musetti ieri ha accusato problemi fisici e psicologici, pertanto difficile pensare ad un suo riutilizzo. Sonego ha problemi alla schiena e potrebbe essere tenuto “caldo” per un eventuale doppio decisivo sempre accanto a Sinner. Rimane dunque Matteo Arnaldi che dopo la delusione del primo giorno contro l’Olanda avrà tanta voglia di riscattarsi, almeno nello score, e dovrebbe trovare dalla parte opposta della rete il lungo e potente Alexei Popyrin. Poi toccherà a Jannik Sinner affrontare il combattente australiano che si allena a Valencia Alex De Minaur. In caso di eventuale pareggio gli azzurri Sonego e Sinner troverebbero dalla parte opposta della rete il tandem australiano di specialisti Ebden e Purcell, pericoloso proprio in quanto tali.
I precedenti tra Sinner e De Minaur, due disputati quest’anno, dicono che l’azzurroè in vantaggio 5-0. L’ultimo lo ha visto andare a segno nei sedicesimi del Masters 1000 di Parigi Bercy per il forfait dell’australiano. Un giovane Sinner ha perso un solo set contro Alex, a Sofia nel 2020, e al tie-break.
Tra Arnaldi e Popyrin i precedenti sono in perfetta parità. L’azzurro ha vinto l’ultimo, nel Masters 1000 di Shanghai, primo turno, sul veloce outdoor, in rimonta (4-6 6-3 6-4) e ha perso il primo sulla terra rossa di Umago, in semifinale, con rimonta questa volta dell’australiano. Match dunque che si annuncia (qualora dovesse andare in scena) equilibrato.

di redazione