AtletiNewsTornei Internazionali

NEL CIRCUITO RITORNI ECCELLENTI

Il torneo “combined” di Brisbane, 250 ATP maschile e 500 WTA femminile, è quello dei ritorni eccellenti. Questa mattina alle 9,30 in Italia Rafael Nadal tornerà a competere nel circuito dopo quasi un anno di assenza (Australian Open 2023) per quanto concerne il singolare. Troverà dalla parte opposta della rete l’austriaco Dominic Thiem, proveniente dalle qualificazioni. Un test importante per entrambi che sarà il sedicesimo in carriera. Nadal conduce 9-6 nei precedenti ma gli ultimi due confronti, datati 2020, hanno visto il successo dell’austriaco, già numero 3 del mondo. Thiem si era imposto nel Round Robin delle Nitto ATP Finals 2020, con un doppio tie-break e agli Australian Open dello stesso anno, a livello di quarti di finale. L’ultima vittoria di Nadal risale invece alla finale del Roland Garros 2019 nella quale si era imposto in quattro set. A Brisbane Nadal ha già giocato in doppio, a fianco del connazionale Marc Lopez, cedendo in due set al tandem australiano Purcell/Thompson. L’attesa per rivedere all’opera il campione di Manacor è molta.
Lo era anche quella che ha accompagnato il ritorno dopo 517 giorni di assenza della quattro volte campionessa Slam Naomi Osaka. L’ex numero 1 del mondo ha battuto in due set, per 6-4 7-6 (9), la tedesca Tamara Korpatsch. Naomi è andata a servire per il match sul 5-3 della seconda frazione ma ha dovuto rifugiarsi nel combattutissimo tie-break per superare il turno. Nel secondo se la vedrà con un’altra ex numero 1 del ranking WTA, la ceca Karolina Pliskova, tre volte campionessa a Brisbane. Le due si sono affrontate l’ultima volta nello stesso teatro, stagione 2020, in semifinale e ad imporsi in rimonta era stata la Pliskova: “Negli ultimi due anni in cui ho giocato prima della maternità – ha detto la Osaka al termine – sento di non aver restituito abbastanza l’amore che i tifosi riversavano nei miei confronti. Nel nuovo capitolo della mia carriera è quello che voglio fare. Rivivendo il match posso definirmi orgogliosa di me stessa. Credo che la prossima partita sarà un bel test anche della tenuta mentale, che contro la Korpatsch si è rivelata di ottimo livello”. Nel 250 WTA di Auckland, invece, è tempo di rientri per l’americana Amanda Anisimova, che aveva detto basta per la pressione mentale legata alla vita da professionista e per l’ex campionessa US Open Emma Raducanu. Per la prima l’esordio è stato vincente contro la russa Anastasia Pavlyuchenkova, fermata 7-5 6-4. La seconda proverà a fare altrettanto contro la rumena Ruse, giocatrice potente e da affrontare con il giusto atteggiamento.
L’ATP di Brisbane ha regalato anche la prima sorpresa di stagione. L’americano Ben Shelton, uno dei giocatori più in progresso del circuito maggiore e terza testa di serie, ha ceduto in tre set al russo Roman Safiullin, tennista molto quotato a livello juniores che tra i professionisti sta cercando la continuità necessaria per essere tra i protagonisti assoluti. Sempre a Brisbane è stato spettacolo puro tra Grigor Dimitrov, uno dei giocatori più in forma alla fine del 2023, e l’eterno Andy Murray. A vincere è stato il bulgaro, in rimonta e con lo score conclusivo di 4-6 7-5 6-2. Molti colpi da applausi, da una parte e dall’altra, in particolare uno smash messo a segno da Dimitrov con le corde rotte e palla terminata sulla linea.

di redazione