NewsPiemonteRegioni

CANOTTIERI CASALE AL 2° POSTO IN ITALIA NEL TROFEO FITP

Canottieri Casale sempre di più nell’elite del tennis nazionale secondo il Trofeo Fitp 2023. Il club monferrino conquista il secondo posto nazionale con 175 punti, su oltre 200 realtà dello Stivale, dietro a quel Circolo del Tennis Palermo, finalista in A1 femminile, primo con 184 punti. Sul terzo gradino del podio il Tennis Club Parioli con 170. I punti conquistati permettono al club di viale Lungo Po Gramsci di essere la prima realtà del Piemonte (Circolo della Stampa Sporting 11° e Sport Club Nuova Casale 13ª). Per calcolare i punti complessivi sono stati considerati i migliori piazzamenti nelle varie competizioni degli affiliati e tutti i risultati dei campionati Under: 70 punti per l’A1 femminile, 49 punti per l’A2 maschile, 30 punti per U.16 femminile vicecampione d’Italia,12 punti per l’U.10 misto, 8 punti dell’U.12 maschile e 6 punti nell’U.12 femminile. Nei conteggi sono stati esclusi i 31 punti dalla B1 maschile e i 33 dalla squadra femminile. Proprio i 56 punti totali delle competizioni giovanili hanno permesso alla Canottieri di ottenere l’ottavo posto delle speciali classifiche Under.   Giuliano Cecchini presidente Canottieri Casale: «Il risultato del Trofeo Fitp 2023 rende onore al lavoro della scuola tennis e a tutto il movimento guidato dal tecnico nazionale Giulia Gabba. Un secondo posto che vale tantissimo e vede al centro sicuramente il secondo scudetto di A1 femminile e i playoff della Serie A2 maschile, ma ben cinquantasei punti sono stati conquistati dai piazzamenti delle squadre Under nelle varie competizioni, ottenendo così l’ottavo posto nella classifica del trofeo giovanile. Questo deve essere il nostro motore per proseguire nei prossimi anni: far crescere e plasmare giovani talenti, che saranno poi giocatori dei team di vertice nazionale. La classifica del Trofeo Fitp arriva dopo un altro straordinario risultato, ovvero il ventesimo posto nazionale tra le scuole addestramento tennis, che conferma quanto il settore giovanile sia fondamentale per guardare con fiducia agli impegni che ci aspettano nel 2024».   

di Andrea Mombello