AtletiNewsTornei Internazionali

SARA’ ANDREY RUBLEV L’AVVERSARIO NEI QUARTI DI JANNIK SINNER

Non è bastato ad Alex De Minaur il tifo del pubblico di casa per issarsi nei quarti di finale degli Australian Open. Il “demonio” che in campo dà sempre tutto e per tale atteggiamento è riconosciuto in ogni dove si è arreso in cinque set al numero 5 del mondo e del seeding, Andrey Rublev, uscito alla distanza e nella parte finale dell’incontro più tonico sia mentalmente che fisicamente. Bravo Rublev a dimenticare il secondo e terzo set, entrambi persi al tie-break e non senza sfortuna, ripartire di gran carriera nel quarto e chiudere più agilmente nel quinto per lo score di 6-4 6-7 (5) 6-7 (4) 6-3 6-0.
Sarà dunque il russo l’avversario nel prossimo step del torneo di Jannik Sinner. Tra i due i precedenti sono favorevoli all’azzurro (4-2) e nei due incontri persi Jannik è sempre stato costretto al ritiro, vedi nel 2022 al Roland Garros, sullo score di un set pari. Nel 2023 si sono affrontati due volte, a Vienna (successo di Jannik per 7-5 7-6 e a Miami, nel Masters 1000. Affermazione del nostro giocatore anche in quel caso per 6-2 6-4. Nel 2022 altra vittoria del “rosso” altoatesino sul “rosso” russo a Montecarlo, in rimonta. Nel 2021 a Barcellona, per 6-2 7-6. Considerando che De Minaur avrebbe avuto il pubblico a sostenerlo, Sinner potrà invece contare su una platea imparziale e che forse propenderà in parte per lui, anche in ragione delle origini di uno dei suoi coach, l’australiano Darren Cahill.

di redazione