AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER VIAGGIA SPEDITO ANCHE A ROTTERDAM

E’ sceso dai gradini dell’impianto olandese che ospita l’ATP 500 di Rotterdam dando il “cinque” agli appassionati come fanno le “star” di ogni dove, indipendentemente dalla loro nazionalità. Ha ricevuto un applauso fragoroso per il primo punto dell’incontro, vinto in risposta contro il locale Van de Zandschulp. Così Jannik Sinner al suo ritorno in gara dopo la grande impresa di Melbourne. Ha giocato come se nulla fosse accaduto e vinto meritatamente in due set, senza forzare più di tanto e accelerando nei momenti giusti, quando ha colto i break decisivi. Partita archiviata in circa un’ora e mezza di “prova” di sensazioni, quelle di cui si nutre il campione: “Avevo proprio voglia di scendere di nuovo in campo, di tornare davanti al pubblico – le parole a caldo di Jannik – noi lavoriamo per vivere questi momenti. Ci siamo allenati tanto a Monte-Carlo però sono arrivato presto qua per provare questo campo. Sono soddisfatto della vittoria perché lui è un gran giocatore. La prima partita di un torneo è sempre un po’ complicata. Cos’è cambiato dopo lo Slam? E’ un po’ diverso rispetto a prima, però da giocatore devi essere preparato perché i tuoi avversari ti conoscono meglio, bisogna lavorare su questo aspetto e cercare di essere pronti ed è quello che ho cercato di fare. Ogni partita però ha una sua storia, oggi buona: spero di essere pronto per la prossima che sarà durissima”. Prossimo ostacolo il francese Monfils: “Lui è veramente pericoloso, è uno dei beniamini del pubblico però anche questo fa parte del gioco. Ogni volta che ci siamo affrontati sono stati match duri. Ho visto il suo esordio contro Shapovalov ed ha giocato proprio bene”. La sfida è prevista per questa sera, alla stessa ora di ieri, non prima delle 19,30 (come ieri). Nel match contro Van de Zandschulp qualche brivido in avvio di secondo set, quando Jannik ha concesso tre palle break consecutive. Dallo 0-40 è risalito con un ace, una prima palla di sostanza e un pallonetto out del “tulipano”. Poi è salito 1-0 e nel gioco successivo ha ottenuto il break che lo ha proiettato verso il successo. A Rotterdam gioca anche per la terza posizione mondiale, vista l’assenza forzata di Medvedev. E’ un altro stimolo a far bene. I precedent con Monfils dicono 4-1 Sinner, l’ultimo nell’agosto del 2023 a Toronto, nei quarti, quando poi il tennista di San Candido vinse il suo primo Masters 1000.

di redazione

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche