AtletiNewsTornei Internazionali

PAOLINI AVANTI A DUBAI. COCCIARETTO RIPESCATA E VINCENTE

Buona la prima per Jasmine Paolini nel nel WTA 1000 di Dubai. La numero 1 italiana ha eliminato in rimonta e con un gran cambio di passo dal 4-6 2-4 fino al 4-6 6-4 6-0 conclusivo la brasiliana Haddad Maia, numero 11 del seeding.
Il match. “Jas” aveva vinto in tre set entrambe le sfide precedenti con la 27enne mancina si San Paolo, regina delle maratone, disputati nei quarti dell’ITF da 25mila dollari di Clermont-Ferrand nel 2016 ed al primo turno del WTA di Pechino lo scorso anno. Parte male Paolini che subisce il break già in avvio di primo set mentre Haddad Maia conferma il vantaggio (2-0): è l’allungo che fa la differenza perché entrambe poi tengono con estrema disinvoltura i rispettivi turni di battuta senza concedere palle-break con la brasiliana che incamera il 6-4 su un rovescio in rete dell’azzurra.
Anche l’avvio di secondo parziale non è positivo per Jasmine, che torna a cedere il servizio nonostante un recupero da 15-40. Beatriz ringrazia, conferma il break e sale 2-0. Nel settimo game l’azzurra rischia addirittura il doppio-break: però non solo risale da 15-40 e difende il servizio, ma nel gioco successivo strappa per la prima volta la battuta alla brasiliana trasformando con un passante di diritto lungolinea in contropiede la prima chance di break del match e riagguantandola sul 4 pari. Di slancio Paolini con il terzo game di fila passa per la prima volta in vantaggio (5-4) mentre Haddad Maia inizia a commettere un errore dopo l’altro e cede servizio, e secondo set (6-4), con un doppio fallo. E pensare che solo pochi minuti prima aveva avuto due opportunità di 5-2 con doppio break… del resto entrambe le vittorie della giocatrice toscana nei due precedenti erano arrivate in rimonta. 
Nella frazione decisiva per la prima volta Jasmine parte bene tenendo la battuta a “quindici” (1-0). E a riprova che il copione è decisamente cambiato è lei ha procurarsi una prima palla-break ma la risposta di rovescio incrociata è larga di un soffio: sulla seconda però il rovescio di Beatriz vola via (2-0). La brasiliana non c’è più con la testa e “Jas” prosegue la sua corsa senza più ostacoli (10 game consecutivi!) fino al definitivo 6-0, incassato sul diritto in rete di Haddad Maia.
Al secondo turno Paolini troverà dall’altra parte della rete o la canadese Leylah Fernandez, n.38 WTA, reduce dai quarti nel “1000” di Doha, o la statunitense Bernarda Pera, n.83 del ranking, promossa dalle qualificazioni (dove al turno decisivo aveva superato in rimonta Elisabetta Cocciaretto). Proprio la marchigiana ha rotto finalmente l’incantesimo negativo superando in rimonta e in tre set, con uno splendido tie-break finale, la numero 25 del mondo Elise Mertens. Al secondo turno troverà la numero 3 del mondo Coco Gauff. Domani scncerà sul terreno di gioco anche la seconda lucky loser azzurra, Lucia Bronzetti, opposta alla russa Daria Kasatkina, numero 13 del ranking mondiale, mai affrontata prima in carriera.

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org