AtletiNewsTornei Internazionali

A TENERIFE BRILLANO GLI AZZURRI, TRE IN SEMIFINALE

Tenerife, 23 febbraio 2024 – Stefano Travaglia, Francesco Maestrelli, Salvatore Caruso e ‘l’intruso’ Jules Marie. Questi i quattro semifinalisti del Tenerife Challenger 2, secondo dei tre eventi organizzati da MEF Tennis Events all’Abama Tennis Academy. Stili tennistici e storie di vita differenti creano il perfetto mix per assistere a due semifinali avvincenti nella giornata di sabato. Nella parte bassa di tabellone sarà derby italiano tra Francesco Maestrelli e Matteo Gigante, quest’ultimo protagonista del successo Salvatore Caruso con il punteggio di 6-3 1-6 6-2. Nella parte alta Stefano Travaglia andrà a caccia della seconda finale della carriera sull’isola e a separarlo dall’obiettivo ci sarà il francese Jules Marie, in autentico stato di grazia. L’inizio delle semifinali è in programma per le ore 11.00 locali (ore 12.00 italiane).
Travaglia per ripetersi contro Marie – Dopo una toccata e fuga nel finale della scorsa stagione, Stefano Travaglia è di nuovo a un passo dalla Top 200. La vittoria nel quarto di finale contro Jozef Kovalik, ritiratosi sul punteggio di 7-5 3-6 3-0, oltre all’accesso in semifinale permette all’azzurro di toccare la posizione virtuale di numero 201 ATP. “Mi dispiace che Jozef non abbia finito il match per un problema alla caviglia – le parole a caldo di Travaglia -. Abbiamo giocato due ore di alto livello e mi sarebbe piaciuto chiuderla sul campo. Dopo un calo nel secondo set, nel terzo avevo annullato una palla break ed ero ripartito bene: sentivo di avere l’inerzia dalla mia”. Dopo aver disputato le qualificazioni degli Australian Open e la semifinale al Challenger di Koblenz, l’ex numero 60 del mondo raggiunge nuovamente le fasi finali di un torneo in questo inizio di 2024. Proprio in Germania, poche settimane fa, l’atleta dell’Enjoy Sporting Club di Roma superava con il punteggio di 6-1 6-1 Jules Marie, suo prossimo avversario. Il francese si è ritagliato un posto tra i migliori quattro battendo Henrique Rocha per 6-3 7-5: “Sarà una partita diversa. A Koblenz ho vinto in condizioni rapide indoor, qui i campi sono più lenti e questo cambia molto. Jules è un ottimo giocatore e se è arrivato in semifinale sta bene. Il mio obiettivo stagionale? Giocare più partite possibili”.
Gigante-Maestrelli, ci sarà un finalista italiano – Nella parte bassa di tabellone ci sarà il quinto derby azzurro di un Tenerife Challenger 2 a forte tinte tricolori. Francesco Maestrelli ha vinto con il punteggio di 7-6(4) 6-2 l’ostico quarto di finale contro l’americano Martin Damm, ex numero 3 del mondo under 18. Nel secondo set il tennista di Pisa ha trovato un cambio marcia nello scambio da fondo ed è così riuscito a dominare le fasi finali della sfida. Dall’altra parte della rete domani per lui ci sarà Matteo Gigante, che si è aggiudicato per 6-3 1-6 6-2 una sfida ricca di alti e bassi contro Salvatore Caruso. “Nel secondo set Salvatore ha alzato il livello, io sono stato bravo a ricompormi in tempo per la frazione decisiva. Abbiamo lottato e vincere non è stato affatto facile – le parole di Gigante, che ha sorpreso per l’atteggiamento tenuto nei momenti di difficoltà -. Con il mio nuovo coach Marco Gulisano stiamo lavorando anche sulla mia attitudine al match e comincio a vedere i risultati. La semifinale con Maestrelli? Lui su questa superficie è pericoloso e lo scorso anno mi ha battuto proprio qui. Io però ho poi vinto il Tenerife Challenger 3 e per questo darò il 100% per tornare in finale”.

DA UFFICIO STAMPA TORNEO – SPORTFACE

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org