AtletiLe segnalazioni TWMTornei Internazionali

NADAL E DJOKOVIC, STESSO VOLO VERSO GLI STATES

Stavolta non si sono incrociati su erba, terra o cemento, ma addirittura sopra le nuvole! Rafael Nadal e Novak Djokovic si sono ritrovati compagni di viaggio sul volo dietto verso gli Stati Uniti. In pratica 46 trofei Slam virtualmente sullo stesso aereo…. Sicuramente per lo spagnolo ed il serbo il luogo d’incontro più curioso in vent’anni di frequentazione. Così Nole ha colto l’occasione per un selfie da leggenda, che poi ha condiviso su Instagram e postato su Twitter. “Grande compagnia nel viaggio verso gli Stati Uniti”, ha scritto Djokovic.
Entrambi si stanno preparando ad affrontare il primo torneo ATP Masters 1000 dell’anno, il “BNP Paribas Open” di Indian Wells, in programma  dal 6 al 17 marzo sui campi in cemento dell’Indian Wells Tennis Garden nel deserto californiano.
Djokovic, che ha vinto cinque titoli a Indian Wells, compresa la tripletta tra il 2014 e il 2016, parteciperà al torneo per la prima volta dal 2019, causa divieto di ingresso sul suolo statunitense per i “no vax” a seguito della pandemia da Covid 19 del 2020. Per il 36enne di Belgrado, numero uno del mondo, sarà solo il terzo torneo del 2024 dopo la United Cup (con la Serbia eliminato nei quarti) e l’Australian Open (stoppato in semifinale dal futuro vincitore del titolo Jannik Sinner).
Nadal ha invece trionfato nel deserto californiano nel 2007, 2009 e 2013. La sua apparizione più recente è datata 2022, quando ha sconfitto Kyrgios nei quarti ed Alcaraz in semifinale prima di cedere a Taylor Fritz in finale (complice l’ennesimo infortunio, nella fattispecie ai muscoli pettorali).
Lo spagnolo, 37 anni, non gioca dal suo tanto atteso ritorno nel tour a Bribane, la prima settimana di gennaio: sul cemento australiano ha battuto Thiem e Kubler prima di perdere nei quarti contro Jordan Thompson, riportando pure un micro-strappo muscolare che lo ha messo fuori gioco per Melbourne e tornei successivi.
Il mancino di Manacor, però, dovrebbe testare il suo fisico già prima di Indian Wells: domenica 3 marzo a Las Vegas è infatti in programma una mega-esibizione con il suo “erede” Carlos Alcaraz. Stato di salute di entrambi permettendo (a Rio “Carlitos” si è infortunato alla caviglia destra). 

dal sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da www.villafortetennis.com