AtletiNewsTornei Internazionali

A DOHA IL TITOLO E’ DI KHACHANOV. THOMPSON VINCE A LOS CABOS

Nel singolare di Doha il titolo è andato al russo Karen Khachanov, 27 anni, che non ha perso un set nell’intero torneo ma in finale ha dovuto confrontarsi con un volto nuovo del circuito, quello del 18enne ceco Jakub Mensik, che ha lottato contro il più esperto su ogni quindici tanto da averlo costretto ad un tie-break interminabile nel set d’apertura, vinto dal russo 14-12, come in semifinale contro Popyrin: “Ogni trofeo è speciale – ha detto Khachanov al termine – ma qui a Doha è unico. Ho iniziato la finale in modo aggressivo e mi ha aiutato molto vincere il primo set, per acquisire ulteriore fiducia e consistenza. Nel tie-break mi è sembrato quasi impossibile rivivere quello del giorno prima giocato contro l’australiano ed invece il quadro si è riproposto. A volte il tennis è veramente pazzesco”.
Nel 500 ATP di Rio de Janeiro a giocarsi la finale nella tarda serata italiana saranno invece due argentini. Sebastian Baez, che nella semifinale della parte alta del draw ha piegato il connazionale Francisco Cerundolo 7-5 6-0 e il giovane emergente Mariano Navone (cognome che lascia intendere una chiara origine italiana), definito “il Sinner argentino”, che ha fermato 6-4 6-2 il britannico Cameron Norrie, numero 2 del tabellone, proseguendo così la corsa iniziata dalle qualificazioni.
Nel 250 ATP di Los Cabos il trofeo è andato all’australiano Thompson che si è imposto in finale all’ex numero 2 del mondo, Casper Ruud, con lo score di 6-3 7-6 (4).

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org