AtletiNewsTornei Internazionali

COBOLLI FERMA AUGER ALIASSIME AD ACAULCO. ARNALDI SI IMPONE A TAYLOR FRITZ

Seconda affermazione in carriera per Flavio Cobolli contro un top 30, dopo quella colta agli Australian Open contro Nicolas Jarry. Questa volta il romano figlio d’arte ha fermato ad Acapulco, in primo turno, l’ex top ten ATP (oggi numero 30) Felix Auger Aliassime. Ancora una volta, fotografia della voglia di lottare del giovane azzurro, il successo è giunto in rimonta, sullo score complessivo di 2-6 6-3 6-2 all’Abierto Mexicano Telcel presentado por HSBC, ATP 500 sul duro (Solflex, montepremi $2.377.565) all’Arena GNP Seguros di Acapulco, in Messico. Cobolli ha subito due break nel primo set, ma ha cambiato marcia nel secondo e nel terzo set. Ha vinto più punti tanto negli scambi brevi, 48 a 46 in quelli chiusi entro i quattro colpi, quanto in quelli più lunghi, 24-19 in quelli che hanno richiesti almeno cinque. Ha chiuso al secondo match point con una risposta vincente che ha accarezzato il nastro.
Al secondo turno affronterà il greco Stefanos Tsitsipas, numero 12 del mondo, o Roman Safiullin, numero 39 che ha vinto due dei tre precedenti confronti diretti, a tutti i livelli. 
Ma non è finita in terra messicana. Anche Matteo Arnaldi ha centrato una prestazione formidabile all’esordio, eliminando in tre set la quarta testa di serie, Taylor Fritz, numero 10 del mondo. Per il sanremese vittoria fissata sullo score di 6-4 4-6 6-3 e prossimo turno contro un altro americano, potente e talentuoso che risponde al nome di Ben Shelton, a segno in avvio contro Daniel Evans al termine di un confronto molto lottato chiuso al tie-break del terzo set. L’Italia dunque sorride anche in Messico e con due giovani dal futuro ormai certo destinati a diventare protagonisti di scene ancora più importanti.

di redazione

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche