AtletiNewsTornei Internazionali

A DUBAI FINALE BUBLIK – HUMBERT. SQUALIFICATO RUBLEV PER INSULTI AL GIUDICE DI LINEA

Si è chiusa con un finale incandescente la prima semifinale del “Duty Free Tennis Championships”, l’ATP 500 sul duro (Decoturf II) con un montepremi di 2.941.785 dollari, giocata tra Andrey Rublev e Alexander Bublik. Il russo, testa di serie n.2 del tabellone, è stato infatti squalificato dopo aver insultato pesantemente e da distanza ravvicinata un giudice di linea reo di una chiamata assai dubbia nel corso del decimo game del terzo set quando il punteggio 67(4) 76(5) 65. 
Rublev, che si era portato subito in vantaggio di un break nel terzo parziale dopo esser arrivato a due punti dalla vittoria nel corso del tie break del secondo set (5-3), era stato poi ripreso dal kazako, abile a sfruttare l’unica palla break lui capitata nel parziale riportandosi così sul quattro pari. Da lì in poi, gli ultimi game sono stati un crescendo di emozioni, con l’arrivo delle palle nuove a dar nuovo slancio ai turni di battuta del kazako i cui colpi in più di un’occasione sono atterrati a ridosso delle righe. In una di queste occasioni, Rublev ha perso la testa affrontando a distanza ravvicinata un giudice di linea e rivolgendo lui degli insulti in russo uditi anche da altri giudici di gara lì vicini.
Un rapido consulto, ed ecco il giudice di sedia far ricorso al supervisor che, regolamento alla mano, non ha potuto far altro che squalificare il russo dopo. Tra l’incredulità del pubblico e quella dello stesso Bublik, dettosi disposto a proseguire. Rublev, che a Dubai difendeva la finale raggiunta l’anno scorso, perderà tutti i punti che aveva conquistato nel torneo scivolando così fuori dalla top5, classifica nella quale figurava ininterrottamente dal 16 ottobre 2023.
Non nuovo a scatti di nervosismo il russo ha però quasi sempre in carriera rivolto gli stessi a sè stesso e mai agli avversari, al pubblico o ad altri componenti del complesso. Nell’occasione non si è trattenuto e ne ha pagato a caro prezzo le conseguenze.
Oggi Bublik troverà dalla parte opposta della rete il francese Ugo Humbert, quest’anno già vincitore a Marsiglia e in vero e proprio “stato di grazia” tanto da eliminare con un eloquente 7-5 6-3 il campione uscente e numero 4 del mondo Daniil Medvedev, rientrante nel circuito dopo la finale persa con Sinner agli AO. Una partita quasi perfetta quella del talentuoso transalpino che ha aggredito nei momenti giusti il russo giocando “una delle migliori sfide in carriera”, ha detto al termine. Bublik dovrà stare molto attento perchè Humbert a livello maggiore ha una percentuale del 100% di partite vinte in finale. Nello specifico 5 su 5.

di redazione e sito www.supertennis.tv