AtletiNewsTornei Internazionali

JANNIK SINNER INIZIA A INDIAN WELLS CON UN PALLEGGIO SPECIALE

Jannik Sinner ha iniziato la “campagna” americana dei primi due Masters 1000 di stagione prendendo contatto con il manto in veloce del centrale di Indian Wells, al via il prossimo 6 marzo. Ha testato il terreno con uno sparring d’eccezione, l’ex numero 2 del mondo e dal 2016 direttore del torneo Tommy Haas. Il tedesco, oggi 45enne, ha fatto di tutto per reggere il palleggio con l’azzurro, riuscendo a mettere in mostra un’ottima qualità di colpi e di capacità di spostamento sul campo.
Per ovvie ragioni generazionali i due non si sono mai incontrati in match ufficiali ma nel 2020, in piena pandemia, si erano incrociati nell’esibizione Bett1 Aces sull’erba di Berlino nell’impianto dedicato a Steffi Graf. Nella circostanza si era imposto il giovanissimo Jannik al match tie-break del terzo set. Era un Sinner totalmente diverso dall’attuale e alla ricerca dei giusti appoggi sull’erba, superficie sulla quale aveva all’epoca disputato solo cinque sfide ufficiali. Nelle dichiarazioni post match l’attuale numero 3 del mondo, che andrà a caccia nel “Sunshine Double” della piazza numero 2 detenuta da Carlos Alcaraz, aveva detto di ammirare molto il campione tedesco ricordando come da bambino guardasse spesso le sue performance in televisione. E con l’idolo non poteva certo non iniziare il percorso d’avvicinamento al doppio appuntamento.

DI REDAZIONE