AtletiNewsTornei Internazionali

HUMBERT ANCORA INFALLIBILE IN FINALE: A DUBAI IL SESTO TITOLO

Ugo Humbert è il personaggio del giorno nel tennis mondiale. Il 25enne francese ha confermato nel 500 ATP di Dubai la sua infallibilità nelle finali del circuito maggiore, con un sei su sei che la dice lunga sulla sua capacità di offrire il meglio quando la posta in palio si alza. Giocatore di talento e di grande sensibilità non solo tecnica, ieri ha fermato il “dissennato” Bublik con un netto 6-4 6-3. Decisivi i due break conquistati alla fine del primo set, con Bublik che ha sparato una seconda più forte della prima commettendo un doppio fallo “sanguinoso”, e nel quarto gioco della seconda frazione. Da quel momento Humbert, che domani salirà sul posto numero 14 del mondo, ha proseguito la marcia rischiando solo quando è andato a servire per chiudere e dal 30-15 ha commesso alcuni errori con il diritto. Annullata con un rovescio bimane sulla riga la palla del contro-break ha sigillato il match, e con il diritto, alla seconda opportunità. Poi spazio alla gioia, mista alla commozione perché lo scorso anno ha dovuto superare un infortunio e una piccola crisi psicologica quando i risultati tardavano a tornare: “Ho giocato un gran tennis questa settimana. Non so come riesca ad essere così lucido in finale, ma è anche grazie al mio team che ciò diventa possibile”. Complimenti anche dallo sconfitto: “Grazie Ugo per avermi fatto ricordare cosa voglia dire perdere una finale dopo averne vinte tre consecutivamente. Se avessi trionfato avrei dedicato il titolo a mio figlio (in arrivo n.d.r.)”. Il tennis di Francia sorride, pensando all’ormai capofila Humbert e ai suoi giovani talenti, Fills, Cazaux e Van Assche, senza dimenticare l’immarcescibile Monfils.

di redazione

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche