AtletiDalle RegioniNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

LA COPPA DAVIS IN ESPOSIZIONE A TORINO, OGGI E DOMANI AL CIRCOLO DELLA STAMPA SPORTING

Campeggia nel centro di una stanza a lei dedicata al Circolo della Stampa Sporting di Torino la leggendaria Coppa Davis, trofeo che simboleggia la manifestazione a squadre principe del tennis maschile nata nel 1900 sui campi del Logwood Cricket Club di Boston, con un match tra una formazione britannica e una americana.
Nel Trophy Tour che la FITP ha organizzato per portarla in visione diretta agli appassionati (domani ingresso libero 10,30 -13 e 15 – 19,30) fa tappa due giorni Torino. Oggi l’inaugurazione dell’esposizione con l’intervento dell’assessore allo sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca, dell’assessore allo sport del Comune di Torino, Domenico Carretta, del presidente del Circolo della Stampa Sporting Pietro Garibaldi, del consigliere nazionale FITP Pierangelo Frigerio, del presidente regionale FITP Piemonte Vito Di Luca, dell’ex giocatore e socio di lunga data del club torinese, Sergio Motta, dell’ex n° 30 del mondo e davisman Gianni Ocleppo, uno degli “eletti” con il nome serigrafato sulla Coppa in quanto componente della squadra finalista nel 1980 a Praga contro la Cecoslovacchia: “Una finale difficile – ricorda il piemontese – che perdemmo anche a causa delle condizioni ambientali e dei furti arbitrali. Io giocai a risultato acquisito e persi contro Lendl. La Davis ha sempre regalato emozioni particolari. Averla qui a Torino è un piacere e un onore per tutti noi”. “Con la FITP e l’ATP stiamo lavorando per far rimanere a Torino le Nitto Atp Finals ancora dopo il 2025 – ha proseguito -. Vorrei sottolineare come in questa Coppa Davis ci sia tanto merito da parte di Lorenzo Sonego: se non avesse vinto il match contro il cileno Jarry a Bologna, prima ancora dei successi decisivi di Malaga nel doppio insieme a Sinner, questo trofeo ora non sarebbe qui”. Un passaggio anche su Sinner a Indian Wells: “Può vincerlo come ogni torneo nel quale ormai si schiera. Dovrà gestire la programmazione ma mi pare che anche in questo stia diventando un numero uno”. L’assessore allo sport del comune di Torino ha sottolineato come ormai la città sia diventata un polo mondiale del tennis: “A volte diamo tutto per scontato ma così non è. Siamo davanti ad un trofeo per il quale si sono scritte pagine epiche, in ogni dove, dello sport e del tennis. Ospitiamo le ATP Finals da tre stagioni e la kermesse è diventata un vero e proprio appuntamento atteso che prescinde anche dal campo. Sono valori sommi che dobbiamo tutelare”. 
L’assessore Ricca: “Il tennis in Italia sta vivendo un momento incredibile, con ripercussioni importanti anche sul nostro territorio. E’ un onore accogliere questo trofeo che rappresenta una grande conquista per il tennis italiano”.
“Attraverso le Nitto Atp Finals abbiamo avvicinato più di centomila bambini al tennis – dichiarano dalla FITP il presidente del C.R. Piemonte Vito Di Luca e il Consigliere Nazionale Pierangelo Frigerio -, il movimento sta crescendo nei numeri, c’è un bell’incremento di tesserati  e praticanti”.
“Un evento straordinario e un’emozione unica per il Circolo della Stampa Sporting ospitare la Coppa Davis per accogliere tutti gli appassionati di tennis che vorranno ammirarla – ha affermato il presidente del club torinese Pietro Garibaldi -. Un trofeo che per la nostra città e lo Sporting acquista un valore particolare, considerando che fra gli artefici della conquista c’è anche Lorenzo Sonego, che su questi campi e in questo quartiere è cresciuto, vive e ancora si allena. E un momento indimenticabile anche per questo circolo, che di edizioni di Coppa Davis ne ha ospitate ben sei dal 1948 al 1973, come raccontano le immagini esposte in questa sala”.
E da Indian Wells, dove scenderà in campo nei prossimi giorni nel Masters 1000 Atp, arriva anche il messaggio di Lorenzo Sonego: “Mi spiace non esserci a condividere questo momento, ma finalmente la Coppa Davis è arrivata allo Sporting, nel mio circolo, dove sono cresciuto fin da bambino e dove ho sognato anche di poter vincere un giorno questo trofeo: spero che i soci, gli allievi della scuola tennis e tutti i torinesi possano apprezzarla come l’ho apprezzata io”.
Dal 7 al 9 marzo il trofeo si sposterà allo Joma Store di corso Orbassano, sempre a Torino.

di redazione (foto Fusco)

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche