AtletiNewsTornei Internazionali

PER ARNALDI BUONA LA PRIMA A INDIAN WELLS. ORA ALCARAZ

Due tie-break per guadagnarsi una rivincita. Matteo Arnaldi ha sconfitto 76(6) 76(3) Luca Van Assche e ha raggiunto così il secondo turno al BNP Paribas Open, il primo Masters 1000 della stagione in corso all’Indian Wells Garden (duro, Plexipave – montepremi $9,495,555). Arnaldi, numero 40 ATP, sarà il primo avversario di Carlos Alcaraz, chiamato a difendere la posizione di numero 2 da Jannik Sinner che potrebbe diventare il primo italiano in Top 2 nella storia del tennis maschile. Sarà una riedizione dell’ottavo di finale dello US Open, il primo in uno Slam per l’azzurro che ha ceduto in tre set ma senza sfigurare. Contro Van Assche, numero 86 del mondo che ha aggiunto al suo staff l’ex coach di Matteo Berrettini, Vincenzo Santopadre, ma solo per alcune settimane all’anno, Arnaldi ha completato il match con 31 vincenti a 20 e 38 gratuiti a 28. Ha giocato complessivamente un tennis più aggressivo: ha ricavato 38 punti nelle 48 occasioni in cui ha servito la prima e vinto 51 punti a 37 negli scambi brevi, conclusi entro i quattro colpi, e ottenuto il doppio dei punti direttamente dal servizio (26 a 13). Van Assche si è fatto valere di più nelle fasi di manovra, come dimostrano i 61 punti vinti a 41 negli scambi da fondo.

DAL SITO WWW.SUPERTENNIS.TV