AtletiNewsTornei Internazionali

ARNALDI E COBOLLI KO A INDIAN WELLS. IL SANREMESE DOPO AVER STRAPPATO UN SET AD ALCARAZ

E’ durato un set il sogno di Matteo Arnaldi contro Carlos Alcaraz. Il sanremese ha strappato il primo set al campione in carica, al tie-break, dopo aver recuperato un break di svantaggio (3-4) e chiuso la frazione dopo 1 ora e 5 minuti di gran gioco alla seconda occasione utile. Lo spagnolo ha però cambiato faccia e azioni nella seconda e terza parte di gara, infilando una squenza di dieci giochi consecutivi per salire 6-0 4-0 con due soli errori fatti registrare nella seconda: “Ho dovuto cambiare qualcosa – ha detto dopo la partita -. Nel secondo e nel terzo set ho capito come giocare, ho messo più prime in campo al servizio. Alzare il mio livello negli scambi, anche lunghi, è stata la chiave della vittoria”. Arnaldi ha fatto proprio un solo gioco ed il sogno è svanito. Lo spagnolo, battuto all’esordio solo 2 volte negli ultimi 20 tornei giocati, affronterà al terzo turno il canadese Felix Auger-Aliassime, numero 31 del mondo, che ha battuto il francese Constant Lestienne, numero 100. 
Eliminato anche Flavio Cobolli, numero 62 ATP, dal solido iberico Carballes Baena. I due hanno dato vita ad un match di lunghi scambi e lo spagnolo è stato più cinico del giovane azzurro nei momenti caldi dei set chiusi entrambi 6-4 con altrettanti break. Stessa tenuta per i due giocatori, con Cobolli (ancora in attesa di vincere un match a livello 1000 e alla sua terza esperienza in tabelloni di questo tipo) distinguibile per il cappellino. L’ottavo successo in un Masters 1000 ha proiettato Carballes Baena al secondo turno contro Daniil Medvedev, finalista a Indian Wells l’anno scorso, che punta al settimo titolo in un 1000, il primo in California. 
Negli altri incontri del programma Andy Murray si è arreso 7-6 (3) 6-1 ad Andrey Rublev. Per oltre un’ora lo scozzese ha giocato alla pari con il russo e rischiato di vincere la prima frazione. Nel secondo set ha avuto tre palle per salire sul 2-2 ma alla fine ha subito il break e Rublev ha preso il volo salendo al 3° turno. Quello raggiunto anche da Ben Shelton che ha stoppato la corsa di Mensik in rimonta (4-6 6-3 6-4). Affermazioni nette quelle di Tiafoe su Lajovic (6-3 6-3) e De Minaur su Taro Daniel (6-1 6-2). Tsitsipas ha stoppato 6-3 6-2 il qualificato Pouille mentre Zverev ha imposto un doppio 6-4 all’australiano O’Connell. Finalmente una buona prova ha offerto Denis Shapovalov contro l’olandese Van de Zandschulp (6-1 6-4), mentre Lehecka ha faticato più del previsto contro Brandon Nakashima (3-6 6-3 6-4). Francisco Cerundolo ha fermato il kazako Shevchenko, costretto al ritiro sul 3-1 per il rivale nel secondo set. A segno Bublik, 6-4 6-1 contro il cinese Shang, mentre un altro cinese, Zhang, ha battuto Kovacevic 7-5 al terzo. Passaggio al 3° turno anche per il giovane magiaro Marozsan che ha eliminato il numero 24 del seeding, Nicolas Jarry (Cil).
La sorpresa più grande di giornata è arrivata dalla racchetta del brasiliano Seyboth Wild che ha proseguito le belle prove offerte in qualificazione e nel primo turno superando Karen Khachanov, 15esima testa di serie, per 6-1 7-5. Il derby francese tra Muller e Grenier è andato al primo sullo score di 7-6 7-5. Tabilo ha battuto in rimonta Kotov, mentre Griekspoor ha fermato con un doppio 6-3 Hanfmann. Sarà Struff il prossimo avversario di Jannik Sinner. Il tedesco si è imposto a Coric (Cro) al termine di un confronto lottato e chiuso 6-7 (3) 6-2 7-6 (9). In un match ancora di 1° turno Klein ha infine battuto De Alboran.

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org