Dalle RegioniIntervisteNewsPiemonteTornei Internazionali

ANGELO BINAGHI A TORINO PER I NUMERI DEL SUCCESSO

Angelo Binaghi, Presidente FITP – Federazione Italiana Tennis e Padel: “Quelli che vi presentiamo oggi sono numeri unici, molto difficilmente superabili, che descrivono il successo che tutti abbiamo visto con i nostri occhi quattro mesi fa e che delineano una situazione per quanto possibile ancora migliore per la prossima edizione. L’impatto economico generato sul territorio, fonte Ernest & Young, è superiore ai 300 milioni di euro, al netto della valorizzazione del brand, che comprende 65,7 milioni di euro di impatto fiscale e che crea 1.950 FTE. L’impatto sociale, fonte OpenEconomics, quantificato in 266 milioni di euro con un ritorno sociale sull’investimento altissimo pari a 4,7 euro per ogni euro investito. Questi dati li conoscevamo già a novembre. Oggi scopriamo i risultati delle indagini che abbiamo ripetuto anche quest’anno: la copertura mediatica, fonte ATP, è cresciuta molto, sono in crescita tutti gli indicatori a incominciare dagli spettatori complessivi che sono stati oltre 480 milioni per terminare con le ore di trasmissione, cresciute del 21,3%, così come l’esposizione del brand Torino e il suo valore commerciale. La customer satisfaction, fonte Nielsen, è ulteriormente cresciuta rispetto al dato già altissimo dello scorso anno, raggiungendo il 98% di soddisfazione complessiva, il 97% di raccomandabilità e il 90% di voglia di ripetere l’esperienza. E questi dati sono confermati dall’andamento della biglietteria 2024 che rispetto allo scorso anno, in cui facemmo il sold out per 15 sessioni consecutive, è in crescita del 141 % come numero di biglietti venduti e del 198 % come incasso. Vuol dire che quest’anno termineremo la vendita dei biglietti ben prima del 2023, credo prima dell’estate. Vuol dire che questo bellissimo palazzetto che è il più grande d’Italia e che all’inizio ci sembrava enorme è diventato piccolo, nonostante la celerità con la quale lo scorso anno il Comune ci ha sbloccato gli ultimi 300 posti che rimanevano ancora inutilizzabili e che ci consentiranno quest’anno di migliorare leggermente il record dello scorso anno. Vuol dire che quello che faremo quest’anno sarà il massimo possibile, sarà insuperabile per tutti, finché non verranno realizzati in Italia impianti più capienti. Significa che il tennis italiano oggi supera tutti i limiti e le strutture del nostro Paese e che in futuro potremo solamente misurarci sulla velocità di riempimento e sull’incasso totale della biglietteria”.

da ufficio stampa FITP

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche