AtletiNewsTornei Internazionali

EMMA NAVARRO, IL VOLTO NUOVO DEL TENNIS AMERICANO. BATTUTA ARYNA SABALENKA. GAUFF TRAVOLGE LA MERTENS

Nel tabellone femminile la sorpresa è americana e si chiama Emma Navarro, numero 23 del seeding, al terzo vero anno da professionista dopo essere cresciuta nel tennis universitario (Virginia) dove ha studiato scienza e arte e nel 2021 si è aggiudicata il titolo NCAA in singolare. Quest’anno Emma, allenata da Peter Ayers, figlia di un uomo di affari e nipote di un ex giocatore di football americano, poi coach, ha centrato il primo titolo WTA, a Hobart. Ieri la vittoria più importante in carriera contro la numero 2 del mondo e due volte campionessa Slam (sempre in Australia) Aryna Sabalenka. Che la bielorussa non fosse nella sua forma migliore lo si era capito già in secondo turno, dopo il bye del primo, quando si era salvata con tanto di match point annullato contro l’americana Stearns. Si era ripresa la potente Aryna, contro Emma Raducanu, ma ieri è tornata fallosa, poco efficace al servizio e nervosa anche per il vento che non le ha permesso di impattare la palla con la solita forza. Brava Emma Navarro, 22 anni di New York, a capitalizzare i momenti delicati, vincere il primo set, incassare la reazione della più famosa avversaria nel secondo e rimanere vigile nel terzo. Ha sbagliato poco l’americana e quando ha potuto, soprattutto con il rovescio bimane, ha messo a segno una discreta quantità di vincenti. Al termine misurata la sua esultanza e passaggio nei quarti (i primi in un 1000) dove troverà la greca Maria Sakkari che ha sconfitto in tre set la francese Parry. Pronostico comunque aperto e prospettive importanti in chiave stagionale.
Come un treno è volata nei quarti anche Coco Gauff che ha concesso solo due giochi alla belga Mertens (6-0 6-2). Troverà la cinese Yuan che in tre frazioni ha eliminato la russa Daria Kasatkina.

di redazione

Articolo offerto da PROMOZIONI GESTIONALI s.r.l.