AtletiNewsTornei Internazionali

NARDI NON SI RIPETE MA LOTTA CON PAUL

Il bicchiere è certo mezzo pieno, dopo un torneo comunque “pazzesco” per come si è costruito (da lucky loser) e per come è proseguito, con due successi importanti dei quali il secondo da mettere nei ricordi di sempre, contro Novak Djokovic, l’idolo di gioventù. Poi l’improvvisa notorietà, i media, le luci dei riflettori puntate addosso, la gestione del momento. Luca Nardi non si è sottratto al gioco e, pur timido, lo ha retto. Ieri è entrato in campo contro Tommy Paul, esperto e forte giocatore USA, che ha messo in scena una rappresentazione tattica e tecnica quasi perfetta. Ha aggredito l’azzurro dal primo all’ultimo quindici, servendo benissimo e venendo a rete non appena ha potuto. Nardi ha avuto così pochissimo tempo per ragionare e dopo aver fatto match pari fino al 4-5 del primo set ha subito il break in chiusura, per il 6-4 Paul. Il film della sfida non è cambiato nel secondo set e anche in questo caso è stato il tennista USA a prendersi il vantaggio di un break e capitalizzarlo chiudendo al termine 6-3. Nardi comunque promosso e pronto a partire, a soli 20 anni, verso una carriera dai contorni molto più delineati di quelli che aveva prima di questa avventura a Indian Wells, chiusa negli ottavi. Paul sarà l’avversario di Ruud nei quarti di finale.

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org