AtletiNewsTornei Internazionali

SETTE ITALIANI IN MAIN DRAW A MIAMI. SUBITO BERRETTINI – MURRAY

Sono sette gli azzurri al via nel “Miami Open”, secondo ATP Masters 1000 stagionale (combined con il quarro WTA 1000 del 2024) dotato di un montepremi di 8.995.555 che si sta disputando sui campi in cemento dell’impianto dell’Hard Rock Stadium (la “casa” dei Miami Dolphins di football NFL), in Florida. Musetti e Sonego sono stati inseriti nella parte alta del tabellone, presieduta dal due volte vincitore di Indian Wells Carlos Alcaraz: gli altri – Cobolli, Berettini Arnaldi Darderi e Sinner – nella parte bassa.
Secondo l’ordine del tabellone questi i sorteggi. Ingresso in gara direttamente al secondo turno per Lorenzo Musetti, n.24 del ranking e 23 del seeding, alla quarta partecipazione con il terzo turno del 2022 (fermato da Cilic) come miglior risultato: il 22enne di Carrara, neo papà, giocherà o contro il russo Roman Safiullin, n.39 ATP, o contro un giocatore promosso dalle qualificazioni.
Esame d’inglese per Lorenzo Sonego, n.53 ATP, opposto al britannico Daniel Evans, n.43 del ranking, sempre battuto nelle tre sfide precedenti, l’ultima al primo turno dell’Australian Open lo scorso gennaio. I due si sono affrontati a Miami anche nella scorsa edizione ma al secondo turno. “Sonny” ha due ottavi all’attivo: nel 2021 stoppato da Tsitsipas e lo scorso anno fermato da Cerundolo.
Passando alla metà inferiore del draw, Flavio Cobolli, n.63 del ranking, fa il suo esordio assoluto a Miami contro un qualificato: in caso di vittoria troverebbe al secondo turno l’altro britannico Cameron Norrie, n.31 ATP e 30esima testa di serie, che in Florida è arrivato negli ottavi nel 2022. 
Altro confronto Italia-Gran Bretagna è quello che mette di fronte Matteo Berrettini, n.142 ATP (in gara con il ranking protetto), rientrato nel tour la scorsa settimana dopo sei mesi e mezzo di stop per l’infortunio alla caviglia destra ed arrivato in finale nel super Challenger di Phoenix, ed Andy Murray, n.62 ATP: il 27enne romano è avanti 3-2 nel bilancio dei confronti diretti con il 36enne scozzese di Dunblane che però si è imposto in cinque set l’ultima sfida, giocata al primo turno degli Australian Open del 2023. Berrettini è alla terza presenza in main draw ed insegue ancora la prima vittoria: Murray ha conquistato questo trofeo nel 2009 e nel 2013 ed è stato finalista anche nel 2012 e nel 2015. Chi vince giocherà contro l’argentino Tomas Martin Etcheverry, n.30 ATP e 29esima testa di serie.
Sorteggio “tosto” per Matteo Arnaldi, n.38 ATP (“best”), che ha pescato il francese Arthur Fils, n.37 ATP, già battuto sia al turno di qualificazione del “1000” di Madrid che al secondo turno dello Us Open sempre lo scorso anno. Per entrambi è la prima volta nel main draw in Florida: chi vince al secondo turno sfiderà il kazako Alexander Bublik, n.18 del ranking e 17 del seeding, che vanta i quarti del 2021 (stoppato da Sinner).
Primo turno complicato anche per Luciano Darderi, n.75 del ranking, che nella sua “prima volta” a Miami deve vedersela con il canadese Denis Shapovalov, n.126 ATP (in gara con il ranking protetto), semifinalista nell’edizione del 2019 (battuto da Federer). Tra i due non ci sono precedenti. Il vincente di questa sfida sarà l’avversario d’esordio del greco Stefanos Tsitsipas, n.11 ATP e decima testa di serie, che a Miami ha raggiunto i quarti nel 2021, fermato dal polacco Hurkacz, poi vincitore del titolo.
Dulcis in fundo, ingresso in gara direttamente al secondo turno per Jannik Sinner, n.3 Atp e secondo favorito del seeding: il 22enne di Sesto Pusteria, reduce dalla semifinale ad Indian Wells (ha perso contro Alcaraz, poi vincitore del titolo, il primo match di questo 2024 dopo 16 vittorie di fila) attende il vincente del match tra l’argentino Pedro Cachin, n.79 del ranking, ed un qualificato. L’altoatesino vanta due finali a Miami: nel 2021, battuto dal polacco Hurkacz, e nel 2023, stoppato da Medvedev.

dal sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da www.monvisosportingclub.it