AtletiNewsTornei Internazionali

SONEGO SUBITO FUORI A MIAMI. NON E’ BASTATO UN BUON AVVIO CONTRO EVANS

Lorenzo Sonego ha iniziato bene ma finito male il suo Miami Open 2024, torneo nel quale era chiamato a difendere gli ottavi raggiunti lo scorso anno. Opposto al britannico Daniel Evans, giocatore che dà del tu alle superfici veloci, ha ceduto alla distanza. Il torinese è partito con il servizio a disposizione e ha dovuto rincorrere sullo 0-30. Con due ace, uno ad annullare la palla break concessa all’inglese e alcune soluzioni vincenti, ha tenuto il primo game. Da quel momento non ha più sbagliato nulla. Due break conquistati a suon di vincenti lo hanno condotto, quasi spinto anche dal vento, sul 5-1 e servizio. Ha sigillato il primo set, dominato, in 30 minuti e con un ace, il sesto della serie. Prima aveva condito la sua prova con accelerazioni di diritto, palle corte millimetriche e rovesci di ottima fattura, colpo che a volte ancora lo tradisce e spesso sollecitato dai rivali. Nel game numero due del secondo set, gli errori di Sonego, uno “sanguinoso” di volo, hanno consegnato il break a Evans, salito prima sul 3-0, poi sul 4-1. Sulle ali dell’entusiasmo per il vantaggio conquistato il britannico si è fatto più aggressivo e lo ha capitalizzato, pareggiando il conto dei set alla terza opportunità. Tutto ancora in gioco nella frazione decisiva. Nuovo avvio lanciato di Daniel Evans (2-0 con break), sempre più aggressivo e desideroso di rispondere con una vittoria ai tre precedenti persi contro il torinese. Sonego ha reagito e si è procurato una palla del contro-break nel 4° gioco ma l’inglese l’ha annullata. Il match è proseguito sulla stessa lunghezza d’onda. Evans è andato a servire per il match sul 5-4, ha martellato il rovescio dell’azzurro e si è concesso anche un passante in back di pregevole fattura, per il 40-15. Ha chiuso alla prima opportunità.    
Diversi spunti ieri dai vari campi che ospitano il torneo. Gael Monfils è ancora arzillo, combattivo e vincente a dispetto dell’età, anche in Florida. Il francese ha battuto Dusan Lajovic 7-6 6-4 salendo al 2° turno. Nishikori, ex 5 del mondo, al rientro ennesimo dopo molte traversie fisiche, si è subito arreso all’austriaco Ofner (6-3 6-4). E’ tornato al successo invece Roberto Bautista Agut, contro il giovane americano Emilio Nava, proveniente dalle qualificazioni (6-3 7-6). Vittoria anche per il canadese Felix Auger Aliassime, contro l’australiano Walton, altro qualificato, con lo score di 7-5 6-4. L’ungherese Marozsan ha piegato l’americano Kovacevic mentre il derby spagnolo tra Landaluce e Munar è andato al primo, emergente e meno conosciuto al grande pubblico e appena diciottenne, sul punteggio di 6-3 1-6 7-5. Safiullin ha battuto Schwartzman, in due frazioni e sono avanzati in tabellone anche il cileno Tabilo ed il serbo Djere. Stop per il francese Mayot per mano del tedesco Altmayer, in due set. Bene anche Popyrin, Hanfmann e Shevchenko, rispettivamente a segno contro Diaz Acosta, Ruusuvuori e Galan, al termine di un match molto combattuto (6-7 7-6 7-5). Carballes Baena ha avuto la meglio sull’australiano Vukic e il coreano Kwon sul francese Muller.

di redazione

Articolo offerto da www.custorino.it